L’erede che paga i debiti del de cuius ha diritto ad essere rimborsato da ciascuno dei coeredi

Eredità accettata con beneficio di inventario: tra i debiti ci sono mutui intestati al de cuius e caduti in successione. Le rate di detti mutui vengono pagate, successivamente alla morte dell’ intestatario del mutuo, da uno degli eredi con denaro proprio (stipendio).

Ora l’ immobile su cui gravano i due mutui viene venduto a trattativa privata e con il ricavato dalla vendita si estinguono i debiti ereditari e resta un residuo da dividere tra gli eredi.

Vorrei sapere: l’ erede che ha pagato i mutui con il proprio denaro come fa materialmente ad ottenere la restituzione di quanto ha versato.

Trattandosi di mutuo ipotecario va eseguita l’annotazione in Conservatoria? L’ erede ha anticipato per il pagamento dei debiti ereditari circa 20 mila euro e vorrebbe recuperarli.

Gli eredi sono tenuti verso i creditori al pagamento dei debiti e pesi ereditari personalmente in proporzione della loro quota ereditaria. Il coerede che ha pagato oltre la parte a lui incombente può chiedere agli altri coeredi la restituzione della parte per cui essi devono contribuire. Questo è quanto stabilisce l’articolo 754 del codice civile.

In sede di ripartizione dell’attivo ereditario l’erede che ha pagato i debiti dopo la morte del de cuius può chiedere la compensazione.

2 Settembre 2019 · Roberto Petrella



Condividi il topic dona e vota


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Fai in modo che lo staff di indebitati.it possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona ora!


Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti