Debito con banca

Sarei interessato, se possibile, ad avere un parere sulla situazione in cui mi trovo. Ho un parente che mi ha chiesto aiuto per saldare un debito con una banca. Tale banca gli ha iscritto ipoteca sulla casa ed ora tenta di espropriargliela se non salda il suo debito. Il mio parente mi ha chiesto se sarei disposto ad iutarlo saldando io tale debito ed avendone così in cambio la surroga nell'ipoteca che ha attualemente la banca, così i miei soldi sarebbero comunque tutelati in ogni caso e se anche lui non riuscisse a restituirmeli io avrei sempre la possibilità di vendergli la casa e recuperare i miei soldi o comunque chiunque la vendesse dovrebbe restituire a me i soldi prestati. Questo cosa è vera oppure ci possono essere casi in cui io rischierei di rimetterci i miei soldi? Potrebbero esserci altri eventuali suoi creditori in grado di avanzare pretese visto che il mio parente è titolare di una piccola azienda che, credo, con la crisi attuale abbia parecchi problemi? Ho sentito parlare di azioni revocatorie da parte di creditori.

Il creditore, ricevendo il pagamento da un terzo, può surrogarlo nei propri diritti. La surrogazione deve essere fatta in modo espresso e contemporaneamente al pagamento. (art. 1201 c.c. - surrogazione per volontà del creditore) Con la surrogazione si attua quindi, attraverso il pagamento di un debito effettuato da un terzo, la sostituzione del creditore originario con il terzo, il quale, per il recupero di quanto corrisposto, ha la possibilità di avvalersi delle stesse azioni, privilegi e garanzie del creditore originario, anche con effetto contro i terzi garanti del debitore (art. 1204 c.c.).

Per quanto attiene le preoccupazioni derivanti da un eventuale stato di crisi dell'azienda condotta dal suo parente, le ricordo che l'ipoteca viene costituita soltanto mediante l'iscrizione nei registri immobiliari. In seguito all‘iscrizione ipotecaria , il bene immobile esplica la garanzia del credito indipendentemente da chi ne divenga proprietario o possessore. Con l'iscrizione inoltre il diritto del creditore ipotecario viene portato a conoscenza del pubblico. Il credito è così garantito anche nei confronti di terzi.

Va, ovviamente, verificato il valore dell'ipoteca rispetto all'impegno che lei andrà ad assumere.

19 settembre 2011 · Simone di Saintjust

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Costituzione di un fondo patrimoniale » La banca può esercitare azione revocatoria verso il fideiussore anche se non è ancora maturato un debito certo
L'istituto di credito può esercitare azione revocatoria ed annullare la costituzione del fondo patrimoniale da parte del fideiussore di società. Inutile la costituzione del fondo patrimoniale da parte del fideiussore: l'istituto di credito può esercitare l'azione revocatoria contro il fondo e aggredire gli immobili che vi sono stati inseriti, poiché ...
Ipoteca sulla casa a fine mutuo » Accertamenti sulla cancellazione gratis attraverso il web
Stop dell'ipoteca della banca a fine mutuo: a partire dall'8 luglio 2016 è possibile effettuare la verifica online, del tutto gratuitamente. Verificare direttamente su internet la cancellazione dell'ipoteca sul proprio immobile, è possibile. A partire dall'8 luglio 2016, infatti, tramite i canali dell'Agenzia Fisconline e Entratel, chi ha estinto un ...
Chiusura del conto corrente - la banca non può condizionarla alla restituzione di un debito del cliente
Può accadere che la banca opponga rifiuto alla richiesta di chiusura del conto formulata dal cliente, giustificando tale rifiuto con il mancato rimborso di somme indebitamente versate al correntista a titolo di stipendio e tredicesima mensilità. Può accadere anche che, dopo il rifiuto di chiudere il conto corrente, trascorrano degli ...
Concordato preventivo, accordo con i creditori e piano del consumatore - Il debito IVA va pagato per intero e può essere solo dilazionato
L'accordo o a cui possono giungere i creditori con l'imprenditore non fallibile o il piano di ristrutturazione del debito presentato dal consumatore, possono prevedere esclusivamente la dilazione del pagamento con riguardo ai tributi costituenti risorse proprie dell'Unione Europea, all'imposta sul valore aggiunto ed alle ritenute operate e non versate. Anche ...
Ipoteca inefficace dopo 20 anni? Il pignoramento è valido e il creditore può comunque esproriare l'immobile
Il cessionario della banca mutuataria può pignorare la casa anche dopo l'estinzione dell'ipoteca. L'inefficacia dell'ipoteca per decorso del termine ventennale, infatti, ai sensi dell'articolo 2847 Cc, sopravvenuta nel corso del processo esecutivo iniziato dal creditore ipotecario nei confronti del debitore che sia anche proprietario del bene ipotecato, non comporta la ...

Dove mi trovo?



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca