Spese di esazione esagerate per il recupero di rate del prestito saldate in ritardo


Mi sono state addebitate per molti mesi consecutivi in estratto conto spese di esazione di 50 euro per il ritardo nel pagamento di una carta revolving.
Sono legittime queste spese o possono essere contestate?

Innanzitutto va contestata, con raccomandata AR, l’esosità delle spese di esazione direttamente al creditore, via raccomandata AR.

Successivamente, ove il creditore continuasse a perseverare nell’addebito, queste spese di esazione possono essere contestate con ricorso innanzi all’Arbitro Bancario Finanziario (ABF) se il creditore è una una banca, o altro intermediario finanziario iscritto in albi ed elenchi tenuti dalla Banca d’Italia: per verificarlo basta consultare gli elenchi referenziati in questa pagina.

Altrimenti, si può semplicemente pagare la rata con gli interessi di mora contrattualmente previsti ed ignorare l’importo classificato come spese di esazione (oppure corrisponderlo nella misura ritenuta adeguata). A fronte di un eventuale decreto ingiuntivo ottenuto dal creditore per il recupero delle spese di esazione, la sede per poter contestare la pretesa è quella di opposizione a decreto ingiuntivo.

16 Settembre 2019 · Ludmilla Karadzic



Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Spese di esazione esagerate per il recupero di rate del prestito saldate in ritardo