Sono una debitrice ceduta - Ma non so a chi

La mia situazione è di sovraindebitamento: ho cercato di capire dove sono finita parlando con la finanziaria, ma sono stata ceduta ad un'azienda di cui purtroppo non ho alcun riferimento.

Ho chiesto alla CRIF di mandarmi la mia situazione debitoria, ma nemmeno dalla loro documentazione risultano i recapiti, se non che sono stata ceduta.

Se una persona volesse trovare un accordo, per cercare di ottemperare ai suoi impegni cosa deve fare? Chiaramente non posso saldare tutto, ma poter contrattare almeno un rientro.

Purtroppo le società che operano nel campo del recupero crediti cambiano spesso denominazione e/o sede sociale (alcune scompaiono addirittura inseme alle pratiche in portafoglio) per cui, in casi come il suo, al debitore ceduto non resta che attendere un contatto o confidare nella prescrizione decennale (il nominativo inserito in CRIF può essere comunque cancellato decorsi 36 mesi dalla data in cui avrebbe dovuto essere effettuato il pagamento dell'ultima rata del finanziamento non rimborsato).

23 agosto 2016 · Annapaola Ferri

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

comunicazione cessione credito

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Centrale Rischi » E' illegittima la segnalazione dopo l'accettazione del piano di rientro da parte della banca
E' illegittima la segnalazione alla Centrale Rischi dopo l'accettazione del piano di rientro da parte della banca La segnalazione di una posizione in sofferenza presso la Centrale Rischi, infatti, richiede la valutazione della complessiva situazione finanziaria del cliente, e non può quindi scaturire dal mero ritardo nel pagamento del debito ...
Disservizi per i consumatori con le bollette del gas » Eni obbligata a risarcire migliaia di clienti
Bollette del gas, Eni deve risarcire 100.000 clienti per disservizi. La società obbligata a pagare 25 euro a testa, per un totale di 2,5 milioni di euro. L'Eni dovrà risarcire con un indennizzo di 25 euro a testa oltre 100.000 suoi clienti che hanno subito disservizi sulla fatturazione delle bollette ...
Compravendita immobiliare » La simulazione della titolarità va provata con atto scritto
In caso di compravendita immobiliare e interposizione fittizia di persona, la confessione non serve a nulla. E' necessario, in tale fattispecie, un documento scritto. In caso di compravendita immobiliare, la controversia tra il preteso acquirente effettivo e l'apparente compratore non può essere risolta, fatta salva l'ipotesi di smarrimento incolpevole del ...
sovraindebitamento – istruzioni per l'uso
L'individuo ha una propensione a spendere in modo compulsivo senza avere risorse immediate e neanche future. Si fa abbindolare dai 'potrete pagare comodamente a ratè 'la prima rata tra un annò "il costo di un caffè al giorno"... Sovraindebitato perché imprevidente o miope, sovrastima le proprie risorse e/o sottostima l'onere ...
Quando una proprietà indivisa è per il debitore un peso di cui sbarazzarsi
Illustro brevemente la mia situazione che da circa 2 mesi a questa parte, mi logora. Ho due contratti di finanziamento con la Santander Consumer Bank, di cui uno di circa 28.000€ e l'altro di 4500 €, in più, sempre con loro ho una carta revolving (per 1500 €).  Un altra ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca