Problemi finanziari

Avrei necessità di un consiglio PROFESSIONALE per alcuni problemi finanziari che sto riscontrando ultimamente.

Ognuno mi dà una versione diversa e vorrei capire veramente a quali conseguenze e rischi vado incontro.

Sono una cittadina italiana ma mi sono trasferita all'estero da un anno a questa parte.

Ho ancora diversi debiti da saldare in Italia a cui credo non risucirò mai a fare fronte completamente.

HO un prestito personale di 10mila euro concessomi a maggio 2010 da una finanziaria. finora ho pagato le rate ma non sono più in grado di farlo (con gli interessi e tutto ancora mi mancano 13 mila euro da pagare in 5 anni) inoltra ancora devo estinguere più di 2mila euro di una carta di credito concessami dalla mia banca e altri 1000 di un'altra carta di credito concessami da un'altra banca appoggiata però sul mio conto bancario.

Attualmente vivo negli USA e credo ci rimarrò ancora a lungo ho una nuova vita qui, un marito e un nuovo lavoro ma non escludo che un giorno possa e voglia tornare a vivere in italia o almeno a fare visita alla mia famiglia regolarmente per qualche mese all'anno.

IO personalmente non possiedo nulla in Italia, proprio nessun bene. Ho anche chiuso la partita iva che utilizzavo per il lavoro di consulente che svolgevo li.

Quello che pensavo era se potevo evitare di pagare il megafinanziamento e la seconda carta di credito cercando invece di saldare la carta di credito concessami dalla mia banca.

Riuscirei in questo modo a mantenere il mio conto bancario in italia nonchè continuare ad avere la mia carta di credito?

Non è per me rilevante se non potrò più richiedere altri finanziamenti ma vorrei riuscire a mantenere un conto bancario e una carta italiana.

Se e in che modo i creditori possano far valere i propri diritti?

Possono rivalersi in qualche modo sui miei genitori o mia sorella che vivono li?

I miei genitori sono pensionati ma posseggono un appartamento e mia sorella ha un'attività aperta con il marito.

La mia residenza è attualmente appoggiata in un appartamento intestato a una mia amica c'è qualche rischio per lei?

Inoltre relativamente alle tasse che non ancora pagato cosa succede se continuo a non farlo?

Aspettavo l'arrivo delle cartelle esattoriali in modo da poter rateizzare il dovuto, ma non credo riuscirò a pagare nemmeno quelle.

L'unica a rischiare qualcosa è l'amica presso la quale lei risulta essere residente,le converrà comunicare all' AIRE la sua nuova residenza all'estero, se non vuole creare problemi alla sua amica.

Il conto corrente verrà prima o poi pignorato. Qundi è necessario non farvi transitare denaro.

Per quel che riguarda le tasse il suggerimento è di fare comunque la dichiarazione dei redditi. Sarà un contribuente che non paga, ma non un evasore fiscale.

14 settembre 2011 · Simone di Saintjust

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

cartella esattoriale

Approfondimenti e integrazioni dal blog

La contestazione del conto corrente non è soggetta a termini di decadenza se gli addebiti sono illeciti
L'incontestabilità delle risultanze del conto, derivante dal mancato tempestivo esercizio del diritto diritto di impugnare le partite incluse negli estratti conto, non si riferisce alla validità ed efficacia dei rapporti da cui i rispettivi accrediti ed addebiti derivano; né la mancata contestazione (o approvazione) del conto corrente comporta che il ...
Tutela degli utenti dei servizi bancari e finanziari - Come segnalare scorrettezze o irregolarità degli intermediari
Il cliente che vuole segnalare alla Banca d'Italia un problema nella propria relazione con una banca o un intermediario finanziario può farlo in modo semplice e diretto utilizzando il modulo per l'esposto disponibile sul sito dell'Istituto di emissione. Il modulo aiuta il cliente a rappresentare in modo sintetico e completo ...
Conto corrente semplice
La Banca d'Italia, al fine di rendere più agevole l'accesso ai servizi bancari di base da parte della clientela, ha introdotto, con il provvedimento del 29 luglio 2009 ("Disposizioni sulla trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari. Correttezza delle relazioni tra intermediari e clienti"), la facoltà per gli ...
Carte revolving - Comunicarne in ritardo il furto o lo smarrimento può costare caro
Com'è noto, il credito revolving rappresenta una forma di finanziamento attraverso la messa a disposizione di una somma di denaro che il titolare può impiegare a propria discrezione, con obbligo di restituzione dell'apertura di credito secondo un piano di rimborso prestabilito, pagando una determinata rata minima, generalmente mensile. Tale importo ...
Acquisti online con carta di credito - La banca non risponde dell'inadempimento dell'esercente
La domanda è se sussiste, in capo all'utilizzatore di una carta di credito, il diritto al rimborso, da parte della banca, dell'importo di una transazione disposta mediante carta di credito prepagata per un acquisto effettuato online, in relazione all'inadempimento imputabile all'esercente, beneficiario del pagamento medesimo. Il contratto standard espressamente dispone ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca