Prestito di € 10 mila euro

Sto per comprare casa con il mio ragazzo ed i miei genitori hanno deciso di farmi un prestito di una somma pari ad euro 10 mila per aiutarmi in questo progetto.

La stessa cosa verrà fatta dai genitori del mio ragazzo. Se avessimo più tempo, potrebbero farci un bonifico ogni mese che non superi i 1.000 € fino ad arrivare a 10.000. Il problema però, è che noi ne avremmo bisogno subito per dare l'acconto della casa.

Come possono fare per accreditare sui nostri conti corrente una cifra simile considerando che con al nuova legge non è più possibile effettuare bonifici superiori ad € 1.000?

Il pagamento, quando è tracciabile (assegni o bonifici fra conti correnti) può essere di importo qualsiasi.

Se, invece, sia i suoi genitori che quelli del suo ragazzo dispongono ciascuno della cifra in contanti, possono comunque effettuare i versamenti sui conti correnti dei rispettivi figli, trattandosi di donazioni endo-familiari.

Il problema è un'altro. Molto probabilmente i vostri genitori verranno successivamente chiamati dalla Agenzia delle Entrate a giustificare il possesso in contanti di tali somme.

25 febbraio 2012 · Patrizio Oliva

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Iscrizione di ipoteca esattoriale – istanza di cancellazione delle ipoteche per debiti inferiori ad 8 mila euro
Dal 22 febbraio 2010 blocco delle iscrizioni ipotecarie sotto gli 8 mila euro: e per chi si trova nella situazione di avere un'ipoteca per debiti inferiori agli 8 mila euro, Equitalia ha messo a disposizione la modulistica con cui presentare l'istanza di cancellazione «che sarà effettuata», spiega Marco Cuccagna, direttore ...
Contratti di prestito - Il prestito delega
Il prestito delega (o delegazione di pagamento), è una forma di prestito personale di cui possono usufruire i lavoratori dipendenti. Tale forma di prestito è regolata dalla legge 180 del 05.01.1950 e dal DPR 895 del 28.07.1950 e successive modifiche. Per capire di cosa si tratta possiamo partire dalla cessione ...
Quanto costa la sanzione per omessa o infedele dichiarazione dei redditi
Per omessi, insufficienti o ritardati versamenti diretti (saldo, acconto, periodici) la sanzione amministrativa è pari al 30% dell'imposta dovuta e non pagata. La sanzione è ridotta a 1/15 per ciascun giorno di ritardo, se il versamento è effettuato entro 15 giorni. In caso di omessa dichiarazione dei redditi la sanzione ...
Omesso versamento ritenuta d'acconto » Datore di lavoro e dipendente responsabili in solido
E' responsabile anche il dipendente nel caso in cui il datore non versi al fisco la ritenuta d'acconto. Il lavoratore e il datore sono responsabili in solido per l'omesso versamento della ritenuta d'acconto. Il rapporto che si costituisce tra il sostituto d'imposta e il sostituito è quello di una obbligazione ...
Equitalia - Stop al pignoramento del conto corrente per redditi inferiori a 5 mila euro
Prima di affrontare le questioni precipue relative al  pignoramento del conto corrente, è necessario accennare al contratto di deposito bancario ed al tipo di rapporto intercorrente fra istituto di credito e correntista. In forza del contratto di deposito bancario che intercorre tra il cliente e la banca,  questa acquista la ...

Briciole di pane

Altre info



Cerca