Sollecito di pagamento imposta di registro atti giudiziari.

Domanda di uriel
14 giugno 2012 at 00:05

Il giorno 13/06/2012 cioè ieri, mi è stato recapitato per via posta ordinaria, un sollecito di pagamento imposta di registro atti giudiziari di Euro 377,80, da parte di Equitalia.

Questa imposta dovuta risale al 2002 ed Equitalia asserisce, sempre nel presente sollecito che questo sollecito mi è stato notificato il 23/06/2011.

Premetto che dal 2006 non abito più all'abituale indirizzo, ma a Roma, tuttavia usufruisco il servizio a pagamento delle poste "seguimi" che invia al mio nuovo alloggio tutta la posta del vecchio indirizzo. detto questo, io da Equitalia non ho ricevuto alcun sollecito o notifica e mi sembra strano che il secondo sollecito lo mandano via posta ordinaria tra l'altro con la data del 11/05/2012, praticamente spedita un mese fa cosiderando che ne abbiamo 13/06?

Mi chiedo allora, posso dichiarare inesigibile la richiesta di pagamento per prescrizione dei termini? - non so se sono cinque oppure in questo caso, dieci gli anni per la messa in prescrizione-

Risposta di Annapaola Ferri
14 giugno 2012 at 06:08

Il recupero delle somme dovute a seguito della registrazione degli atti giudiziari sono soggette all'ordinario termine di prescrizione decennale- ex art. 2946 c.c.- non essendo necessaria la notifica di alcun atto presupposto rispetto alla cartella di pagamento [Cassazione Civile 3 settembre 2008 n. 22246].

Prima di attivare le procedure previste dalla legge per la riscossione coattiva delle somme non pagate, Equitalia invia al contribuente una serie di comunicazioni.

Fra queste, il sollecito, spedito per posta semplice, è una sorta di "promemoria" che viene inviato a chi ha un debito d'importo non elevato, fino a 10 mila euro, con l'invito a mettersi in regola.

Per verificare l'eventuale prescrizione della pretesa non basta, ahimé, liquidare la questione semplicemente richiamando il fatto che si fruisce da anni del servizio "Seguimi". Bisogna, invece, recarsi negli uffici di Equitalia ed accedere agli atti per prendere visione della relata di notifica della cartella esattoriale, cercando di individuare le motivazioni per cui non è stata a noi consegnata.

Il più delle volte, questo accade per la temporanea irreperibilità del soggetto cui è destinato l'atto e la notifica si perfeziona, comunque, per compiuta giacenza.

Ma, anche nel caso in cui risultassero evidenti vizi di notifica della cartella esattoriale, tali da comportare la nullità insanabile della notifica stessa e degli atti conseguenti, bisogna sapere che a noi, comuni mortali, non è dato di dichiarare inesigibile un bel nulla.

L'inesigibilità della pretesa, di cui al sollecito di pagamento, va fatta dichiarare al giudice competente, con un ricorso presentato nei termini e nei modi previsti dalla legge. Nella fattispecie, in occasione del primo atto di riscossione coattiva che le sarà notificato in relazione al mancato pagamento della cartella esattoriale.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del forum iscriviti al feed RSS delle discussioni del forum

Altre discussioni simili nel forum

notifica atti

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Quote condominiali - L'amministratore non può inviare il sollecito di pagamento al datore di lavoro del condomino moroso
L'Autorità per la protezione dei dati personali ha dichiarato illecito il trattamento effettuato da un amministratore che aveva inviato un sollecito di pagamento al datore di lavoro di un condomino in ritardo con il saldo di alcune rate, anziché a lui personalmente. Il sollecito di pagamento delle rate condominiali arretrate, ...
Imposta di registro - prescrizione e decadenza
Ricordiamo che il termine di decadenza rappresenta il tempo massimo di legge entro cui la Pubblica Amministrazione deve notificare un atto di accertamento o un titolo esecutivo (avviso di rettifica o liquidazione, cartella esattoriale). Il termine di prescrizione rappresenta, invece, il tempo massimo entro cui, una volta notificata (correttamente) la ...
Pillole tributarie - L'invito a condono vincola l'Agenzia, per il ravvedimento operoso basta il pagamento di un acconto, imposta di registro agevolata e piani urbanistici particolareggiati
Qualora un contribuente riceva la comunicazione dell'Agenzia delle Entrate che lo rende edotto della facoltà di definizione dei carichi di ruolo pregressi (articolo 12, legge 289/2002) ed egli, avvalendosi di tale facoltà, compie tutti gli adempimenti connessi, ivi compreso il pagamento di quanto necessario a tal fine (25% delle cartelle ...
Pillole tributarie - Classamento catastale e valore immobile, fermo contabile, diritto alla detrazione IVA e sospetta illegittimità costituzionale di aliquota agevolata dell'imposta di registro
Nel giudizio di opposizione agli avvisi di variazione del classamento catastale di un immobile non è sufficiente che si faccia riferimento alla sola posizione geografica dell'immobile stesso. Il valore, infatti, è dato da una serie di elementi quali “il tessuto urbano di inserimento, il piano di ubicazione ed i servizi ...
Imposta di registro non pagata dal de cuius » Per gli eredi non c'è solidarietà tributaria
Imposta di registro: per i debiti del de cuius gli eredi rispondono solo pro quota. Gli eredi rispondono dei debiti del de cuius, ai fini dell'imposta di registro, solo pro quota. Negata, quindi, la corresponsabilità solidale. Questo, in sintesi, l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione con sentenza 22426/14. La Cassazione ...

Spunti di discussione dal forum

Cartella esattoriale per bolli scaduti ante 2007
Il 04/10/05 mia madre riceve dalla regione Lombardia un sollecito per il pagamento dei bolli relativi agli anni 2000, 2001 e 2002 seguito da un secondo sollecito datato 13/11/2006 relativo al bollo dell'anno 2003. Il 29/09/09 mi viene notificata una cartella esattoriale relativa a questi bolli.Il 06/02/15 ricevo un sollecito…
Sollecito di pagamento per un debito del 1998
Oggi 29 luglio 2015, il mio compagno ha ricevuto da Equitalia un sollecito di pagamento per un debito del 1998 del quale lui non sapeva. L'importo è molto alto. La mia domanda è se un'eventuale debito può essere richiesto dopo 17 anni e cosa dobbiamo fare Siamo disperati.
Recupero crediti Azienda Sanitaria Locale
Ricevo in data odierna da parte di una società di recupero crediti un sollecito di pagamento per conto dell'ASL di Cuneo, relativo ad un tributo identificato solo con un numero (9780) ed inerente al 2011, con la motivazione "il reddito del nucleo fiscale risulta sopra la soglia" ma io sono…
La cartella per una multa va in prescrizione?
A giugno del 2013 ho ricevuto un sollecito di pagamento di Equitalia per una cartella relativa a una multa automobilistica che mi era stata fatta nel 2004 (revisione scaduta dell'auto). Questa multa non è stata pagata e l’11 aprile del 2008 è stata notificata la relativa cartella di Equitalia. Anche…
Sollecito per pagamento TARSU con precedente avviso notificato a mia madre
In data 16/10/2015 ho ricevuto un sollecito di pagamento TARSU riguardanti le annualità 2008-2009: ho poi ricordato che in data 08/04/2013 avevo già ricevuto un avviso di pagamento. Tale avviso mi ha fatto notare l'impiegato comunale è stato inviato e firmato da mia madre che abita in tutt'altra casa pur…

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti