Socio e amministratore delegato di SPA segnalato alla CRIF: ripercussioni possibili per la reputazione commerciale della società?

Sono entrato da poco a far parte di una società SPA e sono stato eletto amministratore delegato: in passato ho avuto problemi di solvibilità e sono stato segnalato alla CRIF. Con la mia attuale banca ho carta di credito, fido e un finanziamento attivi. Qualora il mio nome comparisse ancora alla CRIF per N motivi, la società cosa rischierebbe?

Le informazioni relative a fallimenti o altre procedure concorsuali, possono essere conservate per un periodo di tempo non superiore a 10 anni dalla data di apertura della procedura del fallimento: decorso tale periodo, i dati raccolti possono essere ulteriormente utilizzati dal fornitore di informazioni commerciali solo quando risulti avviata una nuova procedura fallimentare o concorsuale riferita al soggetto censito.

Anche, le informazioni relative ad atti pregiudizievoli ed ipocatastali (ipoteche e pignoramenti) possono essere conservate per un periodo di tempo non superiore a 10 anni dalla data della loro trascrizione o iscrizione.

Tali informazioni vengono raccolte da società specializzate che offrono servizi in ambito commerciale consistenti nella valutazione della situazione economica, finanziaria e patrimoniale, e nella segnalazione di eventuali rischi relativi ad operatori commerciali ed imprenditori (compresi gli amministratori delegati di compagini societarie costituite in qualsiasi forma giuridica).

Operative in questo settore sono le società associate in ANCIC (Associazione nazionale tra le imprese di informazione commerciale e di gestione del Credito) e FEDERPOL (Federazione italiana degli istituti privati per le investigazioni, per le informazioni e per la sicurezza).

Tuttavia, le informazioni censite a cura dei Sistemi di Informazione Creditizia privati (SIC), nel cui ambito opera la CRIF (Centrale Rischi di Intermediazione Finanziaria), sono soggette al codice deontologico e di buona condotta per i sistemi informativi gestiti da soggetti privati in tema di crediti al consumo, affidabilità e puntualità nei pagamenti: in buona sostanza, l’informazione relativa al mancato o ritardato pagamento di un prestito personale non può essere più visualizzata (e, dunque, utilizzata) dopo che siano decorsi dai tre ad un massimo di cinque anni (limitatamente a casi particolari di reiterazione della segnalazione) dalla data di censimento.

Diverso è il discorso relativo alle informazioni pubbliche, provenienti dai tribunali (pignoramento, fallimento, iscrizione ipotecaria giudiziale su un bene immobile di proprietà) e, talvolta, anche dai Pubblici Registri Immobiliari: il codice deontologico sulle informazioni commerciali adottato nel 2016 dall’Autorità Garante per la protezione dei dati personali, individua le adeguate garanzie e modalità di trattamento dei dati personali a tutela dei diritti degli interessati da porre in essere nel perseguire le finalità di informazione commerciale. Come, abbiamo visto per quello che è qui di interesse, l’informazione commerciale proveniente da fonti pubbliche può essere conservata, e resa accessibile a terzi, per un massimo di dieci anni.

Concludendo, i suoi timori per la reputazione commerciale della spa di cui è socio ed amministratore delegato sono infondati se relazionati all’iscrizione del suo nominativo in CRIF per problematiche passate legate all’omesso (o ritardato) rimborso di un prestito acquisito come persona fisica e consumatore.

21 Settembre 2019 · Ornella De Bellis

Solo per fugare ogni residua perplessità: qualora per un errore del sistema CRIF (o similari) il mio nome comparisse, cosa rischia la società?

Per rispondere alla domanda che pone, supponga che lei scopra, leggendo un report informativo commerciale, che l’amministratore delegato di una società di capitali – con cui lei ed il suo board riteneste utile, in una prospettiva strategica, instaurare rapporti stabili di partenariato commerciale o industriale, o che richiedesse, per un valore di parecchie centinaia di migliaia di euro, la fornitura di beni (o servizi) prodotti (erogati) dall’azienda che lei amministra – abbia ottenuto, in passato, un prestito da una banca e lo abbia poi rimborsato in ritardo. Come si comporterebbe?

21 Settembre 2019 · Ludmilla Karadzic

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Quale rischio patrimoniale per il socio e amministratore di una società a responsabilità limitata?
Sono amministratore unico e socio al 49% di una società srl, nel 2010 abbiamo contratto mutuo liquidità con ipoteca su terreno agricolo. ad oggi la società è in forte crisi non riusciamo a pagare le rate del mutuo e inoltre non riusciamo ad coprire il fido di c/c che ci ha concesso un'altro istituto di credito. Vi chiedo se il sottoscritto in qualità di socio ed amministratore della società in caso di recupero credito da parte degli istituti bancari rischia di vedere aggrediti beni personali. ...

Segnalato al Cerved per mancato pagamento cambiale emessa da Srl di cui ero socio amministratore
Ho fatto parte in qualità di amministratore al 50% di una SRL, andata poi in liquidazione ed ora in fase di cancellazione dal registro imprese. La suddetta SRL è stata protestata e, quindi è finita nel registro CERVED, per diverse cambiali non pagate. L'ultimo protesto è stato iscritto a Dicembre 2013 per una cambiale che andava pagata a Novembre 2013. Pur essendo stata protestata solo la società, io che ne ero socio amministratore risulto essere un creditore non affidabile e pertanto non posso accedere a prestiti, finanziamenti e qualsiasi altra forma di credito compresi assegni e carte di credito. Tra ...

Cambiali pagate in ritardo e possibili ripercussioni sul merito creditizio
Nel 2010 ho fatto un prestito personale con garante mio padre per l'acquisto della mia auto che ho potuto pagare solo per qualche mese perché successivamente ho perso il lavoro e sono rimasto indietro con i pagamenti. Nel 2012 sono stato contattato da una compagnia di recupero crediti per far si che la mia situazione finanziaria andasse al posto e mio padre ha firmato delle cambiali che portava la fine del pagamento nel 2015. Successivamente per un lavoro poco stabile 6 cambiali le ho pagate in ritardo e l'ultima l'ho pagata nell'ottobre 2015. Ad agosto 2018 ho fatto la visura ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Socio e amministratore delegato di SPA segnalato alla CRIF: ripercussioni possibili per la reputazione commerciale della società?