Rate insolute

Le mie rate insolute, che risultano all'agenzia sono 5.

Oggi, visto che voglio saldare il debito, dopo varie telefonate all'agenzia principale, Agos Ducato, con cui avevo stipulato la finanziaria, mi hanno dato un numero di telefono da contattare.

Parlo con una persona a cui spiego che ho pagato 2 rate e voglio saldare le restanti rate insolute, e chiedo di dirmi l'importo totale comprensivo di interessi che devo versare e gli chiedo come fare se volessi estinguere il debito residuo totale della finanziaria.

La persona mi dice che se voglio posso pagare il saldo a stralcio e mi propone €2100 dei €3000 di debito

Dopo varie ricerche su internet, tramite il numero di telefono e fax che mi hanno lasciato per ricontattarli, ho scoperto che non si tratta dell'agenzia con cui avevo la finanziaria, bensì un'agenzia di recupero credito e scopro che è anche affiliata UNIRESC.

Siamo rimasti che la prossima settimana ci risentiremo per eventuale contratto da redigere per il saldo a stralcio.

Mi aveva accennato di fare un assegnato postdatato, di cui mi sono rifiutato.

Ho letto quasi tutti gli articoli sul vostro forum e mi sono fatto un'idea e ne ho tratto spunto sul modo di agire.

Desidererei sapere come comportarmi.

Io volevo procedere nel seguente modo:

1) mando una lettera A/R all'agenzia principale, AGOS Ducato, chiedendo la lettera di cessione del credito, contratto originale del finanziamento ed estratto contro cronologico, secondo il modello che avete pubblicato sul forum

2) quando sarò contattato dall'agenzia recupero credito mi faccio inviare la lettera di cessione del credito, un accordo di saldo firmato e una liberatoria per il CFRI, sempre secondo lo schema da Voi pubblicato su questo Forum.

Vi chiedo:

è giusto procedere così?

Posso contrattare il saldo a stralcio per un importo inferiore a quello proposto da loro, ossia il 70% da quello che si evince, essendo l'agenzia di recupero credito affiliata all'UNIRESC?
Il nome dell'agenzia è Recupero Crediti - Fides s.r.l.

In che modalità mi conviene pagare il saldo?

Quali garanzie devo chiedere per la successiva cancellazione dal CFRI?
Basta la liberatoria in cui non faccio scrivere che il saldo avviene a stralcio?

La cancellazione dal CFRI nel caso in esame avverrà in base all'art. 8-bis del Decreto Sviluppo in 5 giorni?

In attesa di una risposta, colgo l'occasione per ringraziarVi per l'aiuto che mi date e che date a tutti gli utenti di questo forum.

Sono i debitori come lei che ci danno soddisfazione.

Per premio le rivelo un piccolo retroscena: quando Simone di Saintjust (alias C0cc0bill) scrisse l'articolo "Come non pagare tutto il debito e vivere sereni" volle avere un occhio di riguardo verso l'UNIREC.

La ragione è molto semplice: aveva rapporti di cordialità con Gianpaolo Luzzi, ex presidente UNIREC. Per non calcare la mano, scrisse che le società affiliate in UNIREC bla bla bla...

L'unica cosa non vera in quell'articolo è proprio questa. Esistono società UNIREC serie e non, così come ne esistono serie e non al di fuori di UNIREC.

In poche parole è possibile che lei abbia parlato con una persona che mentre interloquiva con lei, dondolava il bambino nella culla per farlo addormentare ... pur essendo la società cessionaria del credito associata in UNIREC.

Morale della favola provi a spuntare qualcosa in più nell'accordo transattivo a saldo stralcio.

Per finire, il Decreto Sviluppo entra in gioco solo quando le rate in ritardo si rifondono integralmente e non attraverso un saldo stralcio con sconto.

8 ottobre 2011 · Giorgio Valli

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

accordo bonario nel recupero crediti
che cosa è un accordo a saldo stralcio
come funziona il saldo stralcio

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Accordo a saldo stralcio in caso di leasing
Il leasing è la tipologia di credito con la quale è più difficoltoso arrivare a transare un saldo e stralcio, in quanto la società erogante ha il coltello dalla parte del manico, costituito dalla possibilità di recuperare il bene velocemente - e se il debitore rifiuta di riconsegnarlo c'è la ...
Accordo a saldo stralcio, debito rinunciato e illegittima segnalazione in Centrale Rischi - Il punto di vista dei giudici romani
Assume una chiara valenza transattiva l'accordo a saldo stralcio concluso con la banca, se quest'ultima, pur facendo riferimento - nella quietanza liberatoria - al debito originario parzialmente rimborsato, dichiara testualmente che l'obbligazione è stata integralmente estinta, con riferimento quindi anche alla quota eventualmente non escussa. In pratica, ciò vuol dire ...
Recupero crediti epistolare scorretto – un altro esempio
La sempre crescente difficoltà di recuperare i crediti da parte dei services di recupero, porta alla necessità da parte loro di inventarsi metodi di recupero vieppiù "fantasiosi". Questo ne è l'ultimo esempio. Un avviso recapitato a mezzo corriere, e che lascia intendere di avere a che fare ad un problema ...
Pignoramento presso la residenza del debitore – se il valore dei beni pignorati non copre il debito
Se i mobili non coprono l'intero debito il pignoramento mobiliare non va a buon fine? Il creditore, tramite decreto ingiuntivo e precetto, può chiedere all'ufficiale giudiziario di eseguire un pignoramento presso la residenza del debitore. Non rileva che il valore dei mobili non copra l'intero debito. Il ricavato del pignoramento ...
Nulle le intimazioni di pagamento mute
La CTP Parma ha annullato un atto di intimazione di pagamento inviato al contribuente ai sensi dell'articolo 50, DPR 602/1973 in quanto privo dell'indicazione del responsabile del procedimento (CTP Parma sent. numero 40/01/2010 del 14 gennaio 2010). Per porre una domanda agli esperti, accedi al forum. ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca