Società SNC e debiti con fornitori – Per quanto e come rispondiamo noi soci?


Io e ed un mio caro amico siamo soci di una Società in nome Collettivo (s.n.c.), e abbiamo aperto un negozio che vende computer ed altri apparecchi elettronici ed effettua riparazioni.

All’inizio della nostra avventura, abbiamo conferito 50.000 euro di capitale ciascuno, per cui il capitale totale della società ammonta a 100.000 euro.

Per quanto riguarda il proprio patrimonio, io sono proprietario di una mercedes dal valore di 60.000 euro, mentre il mio socio è proprietario del proprio appartamento a Genova (stimato sui 300.000 euro).

Nel corso dello svolgimento dell’attività, compravamo da alcuni fornitori i prodotti all’ingrosso, che poi rivendevamo al dettaglio.

Cinque mesi fa, decidiamo di comprare 250.000 euro di merce, per ottenere un forte sconto dai fornitori, con l’accordo di pagarli entro 150 giorni.

Dopodiché, però, sfortunatamente gli affari iniziano ad andare male: non vendiamo più i nostri prodotti ed entro pochissimo tempo siamo costretti a chiudere il negozio, senza neanche avere pagato i fornitori.

A questo punto dichiariamo fallimento, ma come la mettiamo con i fornitori?

Potranno aggredire anche il nostro patrimonio personale?

Nelle società di persone, come la SNC, (tranne in alcuni casi particolari di una SAS) i soci rispondono sempre illimitatamente e solidalmente per tutti i debiti che sono stati contratti nell’esercizio dell’attività.

Detta in altri termini, i soci rispondono dei debiti con tutto il patrimonio personale, e non soltanto nei limiti del conferimento che hanno fatto, anche se questo tipo di responsabilità è sussidiaria.

Ciò significa che i creditori della società possono rivalersi sul patrimonio dei soci solo dopo che il patrimonio della società si è rivelato insufficiente per saldare i debiti contratti dalla società.

Dunque, nel vostro caso, i creditori agiranno sull’intero valore del capitale conferito della società (100.000 euro), più la sua auto (60.000 euro).

Inoltre, agiranno sulla casa del suo socio fino a raggiungere il valore di altri 90.000 euro, di modo, arrivando così a soddisfare l’importo totale dei 250.000 euro di debito totale.

25 Settembre 2017 · Andrea Ricciardi



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Società SNC e debiti con fornitori – Per quanto e come rispondiamo noi soci?