Situazione un pò complicata 2 Doverose precisazioni

Devo però correggere alcune informazioni che vi ho dato perchè non sono precisissime. Riguardo al mancato mantenimetnto di mia madre i mesi non corrisposti a oggi sono 4 e non 6 e le tasse sono state pagate parzialmente.

Mia madre oggi mi ha comunicato che mio padre ha chiesto la revisione del mantenimento, la sentenza non è ancora arrivata. Cambiando questi parametri è ancora possibile fare un precetto per tentare di recuperare i soldi?

Mia madre ha chiesto all'avvocato se si poteva usare l'omologa di separazione come titolo esecutivo per il precetto ma le è stato risposto che non è possibile, è davvero così?

L'avvocato ha proposto però una querela se il mantenimento salta per 5 mesi perchè bisogna aspettare. è ovvio che la situazione è davvero molto difficile. Magari sono precisazioni inutili ma mi sembrava corretto riferirle.

Fino a quando non sarà stata accordata dal giudice la revisione richiesta da suo padre, quest'ultimo è tenuto a corrispondere quanto dovuto a sua madre, ovvero quanto previsto nell'accordo omologato.

Un accordo omologato non costituisce titolo esecutivo, ma la base per ottenere un decreto ingiuntivo nei confronti di suo padre. Occorrerà, però, attendere che sia notificata a suo padre almeno una comunicazione di messa in mora.

11 giugno 2012 · Ornella De Bellis

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Il precetto alla PA non può essere intimato prima che siano decorsi 120 giorni dalla notifica del titolo esecutivo
L'opposizione proposta dalla Pubblica Amministrazione avverso il precetto intimato prima del decorso del termine di 120 giorni dalla notifica del titolo esecutivo, così come previsto dalla normativa vigente, rende nullo il precetto intempestivamente intimato. La disposizione di legge pone infatti un intervallo tra la notifica del titolo esecutivo e quella ...
Precetto viziato - Il debitore che paga non può opporsi per eccepire la nullità dell'atto
I vizi della notifica del precetto e del titolo esecutivo devono considerarsi sanati per raggiungimento dello scopo, in virtù della proposizione dell'opposizione al precetto: opposizione che, appunto, costituisce la prova evidente del conseguimento della finalità di aver edotto il debitore del proposito del creditore di procedere ad esecuzione forzata in ...
Opposizione all'esecuzione e opposizione agli atti esecutivi - differenze
L'opposizione all'esecuzione è volta a contestare il diritto di promuovere l'esecuzione per inesistenza, invalidità od inefficacia del titolo esecutivo e, in genere per sopravvenienza di fatti impeditivi od estintivi del diritto all'esecuzione. L'opposizione agli atti esecutivi attiene invece è volta, INVECE, a denunziare l'esistenza dei vizi formali degli atti compiuti ...
Precetto per il coniuge separato inadempiente rispetto agli obblighi di mantenimento dei figli - Le spese straordinarie sostenute dal coniuge affidatario vanno documentate
Il provvedimento con il quale, in sede di separazione, si stabilisce che il genitore non affidatario paghi pro quota le spese ordinarie per il mantenimento dei figli costituisce idoneo titolo esecutivo e non richiede un ulteriore intervento del giudice in sede di cognizione, ma ciò solo a condizione che il ...
Il rinnovo del precetto non configura abuso del diritto se le spese restano a carico del creditore
Va innanzitutto premesso che il rinnovo del precetto è un atto che non ha alcuna utilità procedimentale, posto che l'inizio di un'esecuzione implica che il precetto originario possa essere utilizzato per tutte le successive esecuzioni sino al soddisfo del credito; e nel caso in cui con il precetto in rinnovazione ...

Briciole di pane

Altre info



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca