Sim inutilizzate da tempo o dormienti – Attenzione alle bollette pazze


Avevo una scheda SIM della Vodafone che non utilizzavo più da anni ma, a sorpresa, pochi giorni fa mi è arrivata una raccomandata a casa in cui mi si chiedevano dalla compagnia centinaia di euro da pagare.

Cosa devo fare?

Molti consumatori lamentano che dopo aver sottoscritto un contratto per la rete fissa o mobile, gli siano state “regalate” delle sim per la navigazione dati (ad esempio su tablet) che non hanno però mai utilizzato.

Il problema sorge quando, una volta disdetto il contratto con l’operatore in questione, hanno iniziato ad arrivare richieste di pagamenti con riferimento a queste sim e in alcuni casi si sono visti perfino addebitare servizi a pagamento mai richiesti dal consumatore.

Il caso delle “sim dormienti” purtroppo non è una novità e già qualche tempo numerose segnalazioni che riportavano come delle sim inutilizzate e abbandonate in qualche cassetto, iniziavano a riservare delle sorprese in bolletta per gli utenti a cui veniva chiesto di pagare un costo mensile di base.

Nelle ultime settimane, i casi sono aumentati per questo invitiamo i consumatori a prestare attenzione e in caso di problemi contattarci.

Se anche tu ti trovi in questa situazione e, una volta cambiato operatore, il vecchio ha iniziato a mandarti fatture da pagare per una sim che non avevi mai utilizzato, invia subito la tua segnalazione ad un’associazione dei consumatori.

5 Maggio 2021 · Giovanni Napoletano



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Sim inutilizzate da tempo o dormienti – Attenzione alle bollette pazze