Siamo Tassati due volte?

Sono inesperiente del campo del Fisco ma mi viene di farvi una domanda.

A me lo stipendio viene automaticamente addebitato sul CC bancario.

La mia domanda: è normale andare ad inserire nella dichiarazione dei redditi ( anche per quanto riguarda la dichiarazione per isee) l’importo della somma contenuto al 31 dicembre di ogni anno nella dichiarazione visto che l’unica somma contenuta nel CC e nel frattempo accumulata risulta provenire esclusivamente dallo stipendio, già tassato alla fonte?

In questo modo risulto tassato per due volte: la prima trattenuta avviene dal sostituto d’imposta e la seconda tassa mi viene rispplicata sul 730 su un importo( del cc corrente) gia precedentemente tassato.

Secondo voi la somma contenuta sul conto corrente non dovrebbe essere dichiarata sul 730 come reddito. O no?

Nella dichiarazione dei redditi non c’è alcuna richiesta di inserimento dei dati riguardanti l’estratto conto bancario del contribuente.

Nella DSU/ISEE, invece, l’informazione viene effettivamente richiesta per attribuire il reddito equivalente al nucleo familiare.

20 Novembre 2011 · Marzia Ciunfrini

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

[risposta] Siamo Tassati due volte?
Nella dichiarazione dei redditi non c'è alcuna richiesta di inserimento dei dati riguardanti l'estratto conto bancario del contribuente. Nella DSU/ISEE, invece, l'informazione viene effettivamente richiesta per attribuire il reddito equivalente al nucleo familiare. ...

Assegni familiari » Devo indicare gli interessi della polizza vita a capitale rivalutato annualmente e già tassato alla fonte?
Vorrei sapere se per la compilazione della domanda per gli assegni familiari devo indicare gli interessi della polizza vita a capitale rivalutato annualmente e già tassato alla fonte, andando a indicare sul quadro altri redditi. ...

Richiesta di svincolo tfr rifiutata per due volte
Mi sembra di capire che lei ha chiesto un prestito con delega. Si tratta di un finanziamento a tasso fisso in cui le rate mensili sono prelevate dal datore di lavoro direttamente dalla busta paga e versate alla società che ha accordato il prestito, fino all'estinzione del debito. L'importo richiesto può essere utilizzato per qualsiasi finalità e dunque anche, come nel caso specifico che lei espone, per il pagamento di obblighi derivanti dalla notifica di un precetto. La concessione del prestito delega viene subordinata, fra l'altro, alla valutazione della retribuzione netta mensile e dell'importo del TFR (Trattamento di Fine Rapporto) ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Siamo Tassati due volte?