Affitto e sfratto

Sono in affitto da dicembre 2009.Ho pagato la mia quota della registrazione del contratto al momento della stipula (con assegno), ma il contratto non è stato registrato fino al 1 giugno di quest'anno (credo x evitare la questione dell'affitto 10 volte piu basso)ho inoltre pagato 2 mensilità anticipate (2000 euro)
Io in questi due anni ho piu volte chiesto la mia copia del contratto x regolarizzare le utenze, poter mettere la residenza ecc ma mi veniva negato con delle scuse, cosi come non hanno mai voluto sistemare il bagno che non ha mai funzionato (si usa il classico secchio) e i sanitari sono davvero poco servizi "igienici".
Taglio corto: non pago l'affitto da febbraio. Loro hanno i 2 mesi di caparra.
Ho pagato luglio poco prima di ricevere lo sfratto. Mi è arrivato lo sfratto ma non è stato fatto dalla stessa persona che mi ha fatto il contratto di affitto, ma dal fratello e la moglie che sono gli effettivi proprietari dell'appartamento.
Io sospetto che questa casa sia una di quelle di edilizia popolare riscattate e poi vincolate x 12 anni (infatti il fratello del locatore ha la residenza nell'appartamento e da quello che ho capito non gradisce toglierla)
Inoltre nello sfratto la mia data di nascita è sbagliata. mi sono rivolta a un avvocato di quelli a consulenza gratuita dei sindacati dove paghi la quota di iscrizione di 60 euro. Consulenza frettolosa e poco chiara aveva fretta di andarsene... io sono disoccupata (anche invalida al 50%) e nn posso pagare gli arretrati. L'avvocato mi ha proposto un patteggiamento del tipo vado via in un mese e loro mi abbonano il debito. Andare via in un mese è un po un problema x me. E se annullassi lo sfratto? (visto che mi ha detto che giuridicamente nn è valido xchè nn fatto dal locatore) Io sono disoccupata e sono proprietaria solo di una macchina comprata usata 4 anni fa che vale si e no 2/3000 euro. C'è un alternativa al dover scappare via entro un mese? Cosa mi possono fare? C'è un modo di prolungare un po la mia permanenza qui (pur non potendo pagare) senza mettermi incredibilmente nei guai?

L'unica via è tentare un'opposizione allo sfratto, ma per il successo dell'operazione deve sentire ovviamente il parere di un avvocato fidato.

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Contratto di locazione » Ritardo nel pagamento del canone? Sfratto autorizzato
Il contratto di locazione può decadere anche per una sola rata non pagata dal conduttore. Il mancato pagamento di una sola rata, o anche il semplice ritardo nel versamento, può giustificare la risoluzione del contratto di locazione se previsto da una clausola risolutiva espressa. Questo, in sintesi, l'orientamento espresso dalla ...
Evitare lo sfratto? » Ecco due espedienti: Il termine di grazia e la morosità incolpevole
Avete preso una casa in affitto e, a causa di momentanea indisponibilità economica, non riuscite a pagare il contributo mensile al padrone dell'immobile? Ecco alcuni espedienti per poter evitare, o almeno ritardare, lo sfratto. Come sappiamo, lo sfratto per morosità è il provvedimento attraverso il quale il Giudice impone al ...
Separazione personale tra coniugi » Ex casa coniugale in affitto: ora chi paga il contratto di locazione?
Separazione personale tra due coniugi: in caso di contratto di locazione per l'ex casa coniugale, il padrone di casa da chi deve pretendere il pagamento dell'affitto? Chiariamo la questione nell'articolo seguente. Come sappiamo, nella fattispecie di una separazione personale tra due coniugi, durante la controversia in tribunale, viene decisa anche ...
Il mutuo affitto
Il mutuo affitto è un mutuo a tasso variabile rata costante e durata variabile. Il mutuo affitto è un contratto di prestito. Il mutuo affitto consiste nel trasferimento di una somma di denaro da un soggetto “mutuante” ad un soggetto “mutuatario” che si impegna a restituirlo secondo modalità concordate, dettagliatamente ...
Morte del conduttore per coppie di fatto e coniugi separati - Subentro nel contratto di locazione e intimazione di sfratto
L'assegnazione della casa familiare ad uno dei coniugi determina la successione ("subentro") del coniuge assegnatario nel contratto di locazione. Nell'ambito della separazione e del divorzio, il giudice, in presenza di figli conviventi, assegna la casa familiare ad uno dei coniugi (e precisamente al coniuge affidatario dei figli). ...

Briciole di pane

Altre info



Cerca