Sequestro del quinto per arretrati ricevuti da INPS per errore nella pensione - E' giusta l'entità della ritenuta?

L'INPS ha sbagliato a fare i conteggi sulla pensione: me ne sono accorto dopo 4 anni e mezzo e la mia pensione è passata da circa 550 euro mese a mille e 25 euro. Non avevano conteggiato contributi versati prima del 1974. Mi hanno riconosciuto il credito e mi hanno pagato le differenze tra 500 e 1.100 in un'unica soluzione. Ciò mi ha danneggiato sia sotto l'aspetto fiscale, 7.400 euro di trattenuta, sia perché ad aprile 2016 avevo subito un sequestro conservativo. Ora la banca vuol trattenere 5.000 euro pari al 20% della differenza tra 25.000 euro nette incassate e 672 euro esenti. Io ho affermato che la trattenuta va fatta a partire da aprile 2016 ad oggi e cioè il 20% della differenza tra 672 e 1025 circa 60 euro mese.

Comprendo il suo ragionamento ed il conseguente disappunto, ma al creditore non possono essere opposte motivazioni come quelle da lei addotte. Se lei avesse ricevuto un'eredità oggi, potrebbe certamente rammaricarsi per il fatto che il de cuius non fosse deceduto prima del 2016 (nel qual caso, forse, avrebbe liquidato l'eredità prima del sequestro conservativo) ma non potrebbe eccepire il diritto del creditore a procedere al pignoramento dei beni ereditati.

La banca le sta semplicemente chiedendo quello che otterrebbe dal giudice (al netto delle spese di procedura) se optasse con un'azione esecutiva di pignoramento del conto corrente.

6 dicembre 2017 · Ludmilla Karadzic

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Ritenuta, sequestro e pignoramento dello stipendio o della pensione del coniuge obbligato al mantenimento
Il coniuge cui spetta la corresponsione periodica dell'assegno di mantenimento, dopo la costituzione in mora a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento del coniuge obbligato e inadempiente per un periodo di almeno trenta giorni, può notificare il provvedimento in cui è stabilita la misura dell'assegno ai terzi tenuti a corrispondere ...
Pensione di invalidità e truffa - limiti al sequestro preventivo
Il sequestro della pensione di invalidità e dell'indennità di accompagnamento è ammesso fino al quinto, anche nel caso di truffa La pensione di invalidità può essere sequestrata a fini di confisca solo fino al quinto, anche laddove si ipotizzi la truffa. Questo principio deriva dalla regola generale dell'ordinamento processuale, desumibile ...
Trattenute sulla pensione per il recupero di pagamenti non dovuti - L'INPS può prelevare il 20% solo sull'importo che eccede il minimo vitale
In tema di indebito previdenziale, l'Inps, salvo il diritto di chiedere la restituzione del pagamento non dovuto, può recuperare gli indebiti e le omissioni contributive anche mediante trattenute sulla pensione, in via di compensazione, col duplice limite che la somma oggetto di cessione, sequestro, pignoramento o trattenuta non superi la ...
Cessione del quinto dello stipendio e pignoramento
La legge disciplina l'ipotesi del cumulo della cessione con uno o più eventuali pignoramenti della retribuzione. Il cumulo può verificarsi in due distinte ipotesi, in relazione alle quali il legislatore fissa precisi limiti quantitativi. Qualora la retribuzione del lavoratore sia già gravata da una trattenuta a titolo di pignoramento e ...
I quattro quinti della pensione, anche se l'importo è stato accreditato in conto corrente, costituiscono un diritto inalienabile del debitore
Il sequestro preventivo, prodromico alla confisca per equivalente, avente ad oggetto, fra l'altro, il conto corrente bancario dell'indagato e sul quale confluiscono periodicamente gli emolumenti percepiti come trattamento pensionistico, non può estendersi ai 4/5 di ciascuno rateo di pensione accreditato sul conto corrente. In tema di sequestro preventivo funzionale alla ...

Briciole di pane

Altre info



Cerca