Divorzio: ex moglie si dimette dal lavoro – Deve aumentare importo assegno di mantenimento?

Dopo la sentenza di divorzio sono stato obbligato al pagamento di 1500 euro mensili a beneficio di mia ex moglie e di mio figlio, che vivono nella casa familiare.

Ora, la mia ex, ha deciso, autonomamente, di lasciare il lavoro per dedicarsi completamente a nostro figlio.

Morale della favola, ha richiesto un aumento dell’importo dell’assegno di mantenimento.

E’ assurdo: devo concederglielo? Ha deciso lei di lasciare l’occupazione!

Io non voglio darle un centesimo in più.

In alcuni casi, se, tempo dopo il divorzio, cambiano le condizioni economiche dei coniugi, sia dell’obbligato al mantenimento che del beneficiario, può esserci una conseguente riduzione, aumento o cancellazione totale dell’obbligo di pagamento.

Se ad esempio, l’obbligato perdesse l’occupazione, potrebbe configurarsi una riduzione dell’assegno di mantenimento, o viceversa, un aumento se a perderlo fosse il beneficiario.

In tali casi, basterebbe effettuare un ricorso al giudice per ottenere la revisione delle condizioni economiche di separazione o divorzio.

Ciò, però, non è sempre possibile, poiché, le variazioni delle condizioni economiche devono, di norma, dipendere da fatti estranei e involontari all’interessato.

Infatti, come chiarito dalla Corte di Cassazione, con sentenza 3015/18, l’ex coniuge che si dimette dal lavoro, sulla base di una scelta di vita del tutto personale, non può poi pretendere la maggiorazione dell’assegno divorzile.

Dunque, niente da fare per la sua ex moglie: l’importo dell’assegno non sarà modificato.

8 Febbraio 2018 · Genny Manfredi

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Revoca assegnazione della casa coniugale - l'importo dell'assegno di mantenimento non deve essere necessariamente proporzionale al canone di mercato dell'immobile
Per giurisprudenza ampiamente consolidata, l'assegno per il coniuge, anche in sede di separazione, deve tendere al mantenimento del tenore di vita da questo goduto durante la convivenza matrimoniale, e indice di tale tenore di vita può essere l'attuale disparità di posizioni economiche tra i coniugi. E' vero che non può assegnarsi la casa coniugale al coniuge non proprietario, ove manchino figli comuni ovvero questi siano diventati autosufficienti economicamente ed è anche vero nel quantificare l'assegno di mantenimento dovuto al coniuge economicamente più debole e privo della casa, va considerato lo svantaggio economico conseguente e le risorse finanziarie adeguate a reperire ...

Separazione e divorzio - Se la casa familiare non è assegnata al coniuge affidatario il canone ricavabile dalla locazione dell'immobile deve integrare l'assegno di mantenimento
Nel giudizio di separazione e divorzio, i provvedimenti necessari alla tutela degli interessi morali e materiali della prole, tra i quali rientrano anche quelli di attribuzione e determinazione di un assegno di mantenimento a carico del genitore non affidatario, possono essere adottati d'ufficio. In particolare, in materia di assegno di mantenimento per il figlio, il genitore affidatario può chiedere un adeguamento del relativo ammontare, alla stregua della svalutazione monetaria o del sopravvento di altre circostanze, verificatesi nelle more del giudizio, in particolare relative alle mutate condizioni economiche dell'obbligato ovvero alle accresciute esigenze del figlio. Infine, quando la casa familiare non ...

Mia ex moglie va a vivere con un altro dopo divorzio - Devo ancora corrispondere l'assegno di mantenimento?
Sono stato sposato per dieci anni con la mia ex: in seguito a una forte crisi matrimoniale, abbiamo affrontato prima la separazione e poi il divorzio. Dopo la causa di divorzio, mi è stato assegnato l'onore di un assegno di mantenimento per mia moglie. Dopo un anno, però, lei è andata a convivere con un altro uomo. Vorrei sapere se sono ancora obbligato a pagare, visto che non mi pare se la passi tanto male con la nuova fiamma. ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Famiglia lavoro pensioni • DSU ISEE ISEEU • nucleo familiare famiglia anagrafica e sostegno al reddito • successione eredità e donazioni del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Divorzio: ex moglie si dimette dal lavoro – Deve aumentare importo assegno di mantenimento?