Obbligo di pagamento

In seguito a sinistro stradale in cui procedevo su una bicicletta (non assicurato), sono stato citato in giudizio e la sentenza del giudice mi dichiara come responsabile del sinistro con obbligo di pagamento di una cifra di all'incirca 50mila euro.

Al momento non ho ancora ricevuto richiesta di risarcimento da parte della parte lesa, ma sono sicuro che non tarderà ad arrivare.

Dal punto di vista patrimoniale sono assolutamente nullatenente. La casa in cui vivo, l'auto che guido, il mio telefono, il PC, qualunque oggetto di minimo valore è di proprietà dell'azienda multinazionale di cui sono dipendente.

Sono assunto a tempo indeterminato con un salario di circa 2600euro mensili medi (In realtà sono 2300 euro x 14 mensilità).

Ho sentito varie voci discordanti a riguardo di come potrebbe procedere la questione.

C'è chi mi dice che, essendo io nullatenente e non avendo un'assicurazione a coprire i danni, non è possibile da parte mia risarcire il danno, motivo per cui la parte lesa potrà rivolgersi per il risarcimento al Fondo Vittime per la Strada.

Dall'altro canto c'è chi mi dice che, avendo io un reddito da lavoratore dipendente a tempo indeterminato, è possibile che mi venga pignorata parte del salario mensilmente fino all'estinzione del debito.

Qual è la versione realistica?

Il risarcimento verrà erogato direttamente dal fondo vittime della strada. La vittima verrà risarcita indipendentemente dalla capacità economica e patrimoniale del soggetto che ha provocato il danno. Il che mi sembra giusto.

Successivamente la CONSAP iscriverà a ruolo l'importo e darà mandato ad Equitalia per la riscossione coattiva di quanto la comunità ha dovuto elargire.

Se lei ha uno stipendio, dovrà subire, pertanto, il pignoramento di una quota pari ad un quinto (compreso TFR) fino a copertura del debito.

18 dicembre 2011 · Ludmilla Karadzic

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

fondo patrimoniale e trust
risarcimento danni

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Rc auto » Compagnia indicata da FGVS non risarcisce se non c'è obbligo di assicurazione
La compagnia Rc auto indicata dal Fondo di garanzia non risarcisce se per il veicolo non vi era obbligatoria assicurazione. Il passaggio in giudicato della sentenza nei confronti dell'azienda in liquidazione non determina la riforma della pronuncia nei confronti dell'impresa designata. Lo ha sancito la Corte di Cassazione la quale, ...
Il terzo trasportato può chiedere il risarcimento danni direttamente alla compagnia assicuratrice del veicolo su cui viaggiava al momento del sinistro e non ha l'onere di dimostrare l'effettiva distribuzione della responsabilità tra i conducenti
Il danno subito dal terzo trasportato è risarcito dall'impresa di assicurazione del veicolo sul quale era a bordo al momento del sinistro entro il massimale minimo di legge a prescindere dall'accertamento della responsabilità dei conducenti dei veicoli coinvolti nel sinistro, fermo il diritto al risarcimento dell'eventuale maggior danno nei confronti ...
Sinistro stradale e risarcimento danni » Non si può sommare indennizzo dell'Inail a quello dell'assicurazione rc auto del danneggiante
In tema di sinistro stradale e risarcimento danni, non si può sommare l'indennizzo corrisposto dall'Inail a quello convenuto dalla compagnia assicurativa con la polizza rc auto. Qualora l'Inail, a seguito di sinistro stradale, abbia provveduto a liquidare al danneggiato una rendita capitalizzata, le somme corrisposte dall'ente previdenziale devono essere detratte ...
Responsabilità civile auto - Se il danneggiato accetta un indennizzo ridotto ciò non implica un suo concorso di colpa nel sinistro
Il declassamento dell'assicurato nella scala delle classi di merito, in virtù della formula tariffaria bonus-malus­, esige l'accertamento che l'assicurato abbia causato o concausato per propria colpa un sinistro stradale, accertamento che va compiuto senza limitarsi a valutare se l'assicurato abbia, in conseguenza di quel sinistro, accettato dai responsabili un risarcimento ...
Investito da pirata della strada » Per ottenere il risarcimento danni dal FGVS il danneggiato non ha l'obbligo di identificare il colpevole
Sinistro stradale con pedone investito da pirata della strada: il danneggiato, per ottenere il risarcimento danni dal Fondo Garanzia Vittime della Strada, non ha nessun obbligo di identificare l'autovettura. In tema di risarcimento danni, conseguito a causa di un investimento, qualora l'autovettura non sia stata identificata, il danneggiato non ha ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca