Sentenza passata in giudicato su cartella esattoriale

Su una cartella di pagamento emessa da Gespro (Equitalia) anno 2002 a carico di una ditta individuale, relativa a contributi inps, è stato fatto ricorso; in data ott/11 è stata emessa sentenza passata in giudicato con una riduzione dell'importo preteso nella cartella di c.s.. Nel frattempo anno 2008 è deceduto il debitore e sono subentrati gli eredi nella ditta.
Le domende sono: verrà emessa una nuova cartella a carico degli eredi oppure resterà valida la cartella originaria con importo ridotto al dispostivo della sentenza (questo per capire se devo aspettare la nuova cartella passando così del tempo per pagare, per me indispensabile visto l'enorme importo preteso)?
Se non verrà emessa una nuova cartella devo precipitarmi a pagare e/o concordare una rateizzazion, per evitare che nell'aroco di pochi giorni mi facciano un pignoramento o ipoteca?
Considerato che il debito passa agli eredi è possibile ottenere rateizzo (importo superiore ai 100.000)?
Se la cartella non fosse più valida (quindi equitalia ne dovrebbe emettere una con il nuovo importo a carico degli eredi), sarebbe possibile tentare un accordo direttamente con l'ente creditore per un rateizzo eveitando le spese di riscossione?
In poche parole cosa mi consigliate di fare per pagare il meno e più tardi possibile?
Ringrazio fin d'ora
Cordiali Saluti sergio

La cosa migliore da fare è attendere che venga emessa cartella esattoriale agli eredi, evitando così almeno il pagamento delle sanzioni applicate al de cuius per omesso e/o insufficiente pagamento dei contributi.

16 ottobre 2011 · Simone di Saintjust

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

cartella esattoriale
mediazione e ricorso cartella esattoriale
opposizione a cartella esattoriale
pignoramento Equitalia o ADER

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Notifica cartella esattoriale: decesso debitore » Che succede in questo caso?
A chi effettuare la notifica della cartella esattoriale in caso di decesso del contribuente E' legittima la notifica della cartella esattoriale a casa del contribuente deceduto qualora gli eredi non si facciano trovare. Questo importante principio è stato stabilito dalla Corte di Cassazione la quale, con la pronuncia 17430/2013, ha ...
Cartella esattoriale intestata a defunto » Eredi pagano debiti ma non sanzioni
Gli eredi pagano i debiti della cartella esattoriale intestata al defunto ma non le sanzioni amministrative A volte può succedere che, successivamente alla scomparsa di un proprio caro, i parenti ricevano un avviso di accertamento o una cartella esattoriale relative a debiti del defunto nei confronti dell'erario. A tal proposito ...
Cartella esattoriale di Equitalia: marito e moglie non si parlano? » Basta che l'atto sia consegnato al coniuge del legittimo destinatario per rendere valida la notifica
E' valida la notifica della cartella esattoriale di equitalia consegnata al coniuge dell'effettivo destinatario, anche se questi, per dimenticanza o di proposito, non avverte il legittimo ricevente. La cartella esattoriale è valida anche quando il coniuge non la consegna al contribuente. È sufficiente che la notifica sia avvenuta nell'indirizzo di ...
Cartella esattoriale - sempre impugnabile anche se emessa in base alla dichiarazione dei redditi
Il contribuente può contestare una pretesa tributaria anche in sede di impugnazione della cartella emessa sulla base delle sue dichiarazioni: purché ovviamente tale cartella costituisca il primo atto con cui la pretesa viene portata a conoscenza dei contribuente. E non è affatto necessario che il contribuente versi quanto chiesto in ...
Cartella esattoriale originata da dichiarazione dei redditi - può essere impugnata dal contribuente che abbia commesso errori a suo danno
Il contribuente che abbia commesso un errore, a suo danno, nella compilazione della dichiarazione dei redditi, può correggerlo anche in sede di impugnazione di una cartella esattoriale emessa in base alla dichiarazione. E' questo il principio sancito dalla Corte di Cassazione con la sentenza numero 10647 del 7 maggio 2013. ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca