Permanenza delle segnalazioni negative negli archivi dei cattivi pagatori o dei debitori insolventi

Sto trattando con un intermediario un saldo e stralcio di un debito, ho optato per questa soluzione in quanto anche volendo richiedere un mutuo con una segnalazione a sofferenza non mi viene erogato. La domanda è la seguente, scaduti i 36 mesi per cui la segnalazione a perdita rimane attiva sono completamente riabilitato e quindi posso richiedere un mutuo per un acquisto prima casa ?

Decorsi i 24 (ventiquattro) mesi dalla data dell'accordo stragiudiziale, dovrà procedere alla cancellazione dalle centrali rischi in cui risulterà essere stato segnalato (di solito CRIF, ma talvolta anche Experian e/o CTC).

I cattivi pagatori sono quelli illustrati nella tabella seguente.

Le norme, previste dal Garante per la protezione dei dati personali in relazione alla cancellazione dei dati riferiti a contratti di finanziamento stipulati da un cattivo pagatore, sono molto chiare: - quando si chiede un finanziamento bisogna attendere il tempo necessario all'istruttoria. Passati 180 giorni dalla data di richiesta del finanziamento, puoi presentare istanza di cancellazione CRIF; -dopo aver richiesto un finanziamento, se questo ti viene rifiutato, puoi presentare istanza di cancellazione CRIF decorsi 30 (trenta) giorni dalla data di notifica del rifiuto di finanziamento; - dopo aver chiesto un finanziamento, se ci ripensi e decidi di rinunciare, puoi presentare istanza di cancellazione CRIF decorsi 30 (trenta) dalla data in cui comunichi la tua rinuncia; - quando hai pagato in ritardo una o due rate oppure una o  due mensilità di un rimborso di prestito, puoi presentare istanza di cancellazione CRIF decorsi 12 (dodici) mesi dalla data di regolarizzazione dei pagamenti; - quando hai pagato in ritardo più di due rate o due mensilità di un rimborso di prestito, puoi presentare istanza di cancellazione CRIF decorsi 24 (ventiquattro) mesi dalla regolarizzazione del pagamento; - quando non hai rimborsato il prestito ma sei addivenuto successivamente ad un accordo transattivo (a saldo e stralcio) con la finanziaria che ha erogato il prestito o con una società di recupero crediti a cui il credito è stato ceduto, puoi presentare istanza di cancellazione CRIF decorsi 36 (trentasei) mesi dalla data di formalizzazione dell'accordo transattivo. In questo caso ricorda sempre di farti rilasciare una “liberatoria” dal soggetto con cui è stato formalizzato l'accordo transattivo: dovrai allegarlo all'istanza di cancellazione CRIF; - quando non hai rimborsato il prestito e non sei addivenuto ad alcun accordo transattivo (a saldo e stralcio) con la finanziaria che ha erogato il prestito o con una società di recupero crediti a cui il credito è stato ceduto, puoi presentare istanza di cancellazione CRIF decorsi 36 (trentasei) mesi dalla data di scadenza del contratto di prestito; - quando sei stato truffato, ossia quando qualcuno  ha ottenuto indebitamente un finanziamento a tuo nome, che è poi stato registrato al CRIF, puoi inviare l'istanza di cancellazione CRIF allegando copia della denuncia presentata alle forze dell'ordine.

Per questa operazione avrà bisogno della liberatoria che, contestualmente all'accordo, dovrà aver cura di farsi rilasciare dall'attuale creditore.

Tenga tuttavia presente che la cancellazione dalle banche dati ufficiali dei cattivi pagatori non le garantirà l'erogazione del mutuo. Banche ed intermediari fanno spesso riferimento a banche dati occulte e non ufficiali dove la registrazione del nominativo insolvente persiste anche dopo il raggiungimento di un accordo a saldo e stralcio.

Per uletriori approfondimenti consulti le sezioni:

  1. debiti come pagare meno;
  2. prestito negato - scopri perché.

11 maggio 2012 · Annapaola Ferri

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

accordo bonario nel recupero crediti
cattivi pagatori - iscrizione in centrale rischi
che cosa è un accordo a saldo stralcio
come funziona il saldo stralcio

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Elenchi italiani dei cattivi pagatori, dei debitori insolventi e dei crediti inesigibili o in sofferenza
Fra i sistemi di informazioni creditizie (spesso indicati con il termine SIC o anche Centrali Rischi) operanti in Italia, che registrano segnalazioni relative ai cattivi  pagatori (ovvero debitori non puntuali nel pagamento delle  rate di mutui e prestiti in genere) ai debitori inadempienti o insolventi e ai crediti inesigibili o ...
Segnalazione alla CRIF di credito in sofferenza - illegittima per il ritardo di una sola rata
Il Codice di deontologia e di buona condotta per i sistemi informativi gestiti da soggetti privati in tema di crediti al consumo, affidabilità e puntualità dei pagamenti, prevede all'articolo 4, 6° comma, lettera a), che nei sistemi di informazioni creditizie di tipo positivo e negativo, come quello gestito da CRIF, ...
Sospensione del pagamento delle rate del mutuo prima casa - Requisiti e procedura per fruire del beneficio
I titolari di un mutuo contratto per l'acquisto della prima casa possono beneficiare della sospensione del pagamento delle rate al verificarsi di situazioni di temporanea difficoltà, destinate ad incidere negativamente sul reddito complessivo del nucleo familiare. Può presentare domanda il proprietario di un immobile adibito ad abitazione principale, titolare di ...
Mutuo e sospensione delle rate » Scopriamo il fondo di solidarietà
Parliamo del fondo di solidarietà: le famiglie che vi accedono hanno la possibilità di sospendere il pagamento della rata del mutuo fino ad un massimo di 18 mesi. Scopriamo come. Recessione economica e crisi di liquidità non accennano ad arrestarsi, con la conseguenza che il budget a disposizione delle famiglie ...
Canone RAI in bolletta elettrica - Rischio incombente di doppio addebito del tributo
La legge prevede che per i titolari di utenza di fornitura di energia elettrica, il pagamento del canone avviene in dieci rate mensili, addebitate sulle fatture emesse dall'impresa elettrica aventi scadenza del pagamento successiva alla scadenza delle rate. Le rate, ai fini dell'inserimento in fattura, s'intendono scadute il primo giorno ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca