Possibile un secondo pignoramento esattoriale della pensione?

Mio padre si ritrova una pensione da cui viene decurtata già una trattenuta volontaria per prestito bancario ed in più un pignoramento da Soget spa (causa tributi locali): la domanda è: AER (Agenzia delle Entrate Riscossione) può fare un ulteriore pignoramento (sempre per la stessa causa, ovvero tributi che non sono locali ma riguardato IVA, IRPEF, INPS, ecc..)?

In che misura può farlo?

La trattenuta volontaria va scorporata dalla quota pignorabile?

Il minimo vitale è attualmente pari a 672 euro, e bisogna poi considerare il rateo mensile della pensione percepita da suo padre, al netto degli oneri fiscali e al lordo della cessione volontaria del quinto e del precedente pignoramento ad opera di Soget.

Dal rateo mensile di pensione, come sopra determinato, va sottratto il minimo vitale. Poi bisogna calcolare il 20% del risultato così ottenuto, ovvero, il 20% della quota pignorabile della pensione, e da questo detrarre l'importo del pignoramento in corso. Otterrà così la capienza per un eventuale ulteriore pignoramento da parte di Agenzia Entrate Riscossione.

Le regole si trovano tutte nell'articolo 545 del codice di procedura civile. In particolare: la quota impignorabile della pensione è pari alla misura massima dell'assegno sociale aumentata della metà (che fanno, appunto, 672 euro, spicciolo più, spicciolo meno); per debiti della stessa natura (ordinaria, o esattoriale) i pignoramenti concorrenti sul medesimo stipendio non possono superare il 20% della quota pignorabile (cioè dell'importo ottenuto sottraendo il minimo vitale al rateo mensile della pensione percepita da suo padre considerato al netto degli oneri fiscali e al lordo della cessione volontaria del quinto e del precedente pignoramento ad opera di Soget).

24 ottobre 2017 · Paolo Rastelli

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

pignoramento pensione

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Trattenute sulla pensione per il recupero di pagamenti non dovuti - L'INPS può prelevare il 20% solo sull'importo che eccede il minimo vitale
In tema di indebito previdenziale, l'Inps, salvo il diritto di chiedere la restituzione del pagamento non dovuto, può recuperare gli indebiti e le omissioni contributive anche mediante trattenute sulla pensione, in via di compensazione, col duplice limite che la somma oggetto di cessione, sequestro, pignoramento o trattenuta non superi la ...
La notifica della cartella esattoriale per TARSU deve avvenire nel termine di prescrizione di cinque anni
In tema di riscossione della tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani (TARSU), la notifica della cartella esattoriale non è sottoposta ad alcun termine di decadenza, posto che quello fissato dall'art. 72, comma primo, del d.lgs. 15 novembre 1993, n. 507, si riferisce esclusivamente alla formazione e alla notifica ...
Cessione del quinto dello stipendio e pignoramento
La legge disciplina l'ipotesi del cumulo della cessione con uno o più eventuali pignoramenti della retribuzione. Il cumulo può verificarsi in due distinte ipotesi, in relazione alle quali il legislatore fissa precisi limiti quantitativi. Qualora la retribuzione del lavoratore sia già gravata da una trattenuta a titolo di pignoramento e ...
Riduzione della retribuzione ed effetti sulla cessione del quinto
Qualunque vicenda che incida sulla misura della retribuzione può, in concreto, produrre effetti anche sulla cessione del quinto dello stipendio: si pensi, per esempio, alla trasformazione del rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale, all'irrogazione di una sanzione pecuniaria o di una sospensione per illecito disciplinare che decurti ...
Annullato dal Tribunale il pignoramento del conto corrente invece del quinto della pensione
Accade a Pesaro dove un pensionato ha subito il pignoramento da Equitalia dell'intero conto corrente, invece della sola quota mensile prevista dalla legge. Con i conseguenti prevedibili disagi: nessuna risorsa per mangiare e pagare le bollette. I debiti del pensionato erano riconducibili a versamenti contributivi non effettuati all'INPS nel corso ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca