Rimborso su istanza per IRPEF non dovuta prelevata con ritenuta d’acconto

Argomenti correlati:

Nell’anno 2017 ho percepito un reddito di 900 euro per aver svolto una prestazione occasionale: non ho presentato la dichiarazione dei redditi in quanto non ero obbligata visto che l’importo percepito stava sotto la soglia limite. Se dovessi presentare ora la dichiarazione dei redditi per poter recuperare la ritenuta d’acconto che mi era stata applicata rischio la sanzione per omessa dichiarazione?

Il contribuente che ha versato le imposte in misura maggiore a quanto dovuto ha diritto a essere rimborsato, anche su specifica domanda.

Per ritenuta d’acconto sull’imposta sui redditi non dovuta, il termine per la presentazione dell’istanza di rimborso non può andare oltre i quattro anni dal prelievo.

L’istanza di rimborso deve essere presentata, in carta semplice, all’ufficio dell’Agenzia delle Entrate competente in base al domicilio fiscale del contribuente al momento in cui è stata effettuata la ritenuta d’acconto da cui origina la richiesta di rimborso e deve contenere i motivi in base ai quali si ritiene di aver diritto al rimborso. Alla domanda va allegata la certificazione della ritenuta subita.

2 Aprile 2019 · Andrea Ricciardi

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

IRPEF dovuta sulle somme percepite a titolo di risarcimento danni
Il Testo Unico delle Imposte sui Redditi (TUIR) di cui al Decreto del Presidente della Repubblica (DPR) 917/1986, all'articolo 6, commi 1 e 2, specifica che i singoli redditi sono classificati nelle seguenti categorie: redditi fondiari; redditi di capitale; redditi di lavoro dipendente; redditi di lavoro autonomo; redditi di impresa; redditi diversi. I proventi conseguiti in sostituzione di redditi, anche per effetto di cessione dei relativi crediti, e le indennità conseguite, anche in forma assicurativa, a titolo di risarcimento di danni consistenti nella perdita di redditi, esclusi quelli dipendenti da invalidità permanente o da morte, costituiscono redditi della stessa categoria ...

Lavoro autonomo occasionale - Ci sono adempimenti da osservare?
Il committente dovrà, al momento del pagamento, operare una ritenuta d'acconto: lei dovrà riportare il reddito percepito, al netto della ritenuta d'acconto operata, e l'importo della ritenuta già operata, nella dichiarazione dei redditi da presentare l'anno successivo. ...

Compensazione dell'Irpef dovuta per anticipazione del Trattamento di Fine Rapporto (TFR) con le agevolazioni fiscali spettanti per ristrutturazione edilizia
Dovrei ristrutturare casa e quindi recuperare Irpef in detrazione (oltre le varie detrazioni per l'acquisto). Vorrei chiedere il 70% di anticipo del TFR (avendone diretto per anzianità) e a cui mi risulta essere applicata una trattenuta Irpef fissa del 23%. Volevo sapere se questa Irpef versata viene riportata nel 730 e quindi vi si può attingere per il recupero delle detrazioni. Grazie. ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Rimborso su istanza per IRPEF non dovuta prelevata con ritenuta d’acconto