Ryanair: tariffa supplementare bagaglio a mano? - Sospesa dall'Agcm poiché ingannevole

A fine novembre avevo prenotato un fine settimana a Praga con la mia ragazza: avevo scelto Ryanair per i prezzi più contenuti, ed era ancora prima del cambiamento di politica sul bagaglio a mano a pagamento.

Ora, un mese fa ho ricevuto l'email dalla compagnia che mi avvertiva dell'adeguamento alle nuove disposizioni e della tariffa supplementare da pagare per il bagaglio a mano.

Invece, qualche giorno fa ho sentito dell'intervento dell'Agcm che emanava l'ultimatum al vettore.

Insomma, a che punto siamo? Pagherò o no il supplemento?

Prosegue l'infinita vicenda della tariffa supplementare per il bagaglio a mano da portare in aereo: dopo il cambio di politica del vettore irlandese, Ryanair, arriva lo stop dell'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (Agcm), che decide lo stop per il supplemento.

L'Agcm, infatti, a seguito dell'avvio di un procedimento istruttorio, ha disposto in via cautelare la sospensione della nuova policy bagagli a mano delle compagnie low-cost Ryanair e Wizz Air, che sarebbe entrata in vigore dal 1° novembre 2018.

In base alla nuova policy, è possibile trasportare gratuitamente una sola borsa piccola, da collocare esclusivamente nello spazio sottostante i sedili, mentre è richiesto un supplemento di prezzo per il bagaglio a mano (trolley), che rappresenta tuttavia un onere non eventuale e prevedibile per il consumatore che dovrebbe essere ricompreso nella tariffa standard.

Di conseguenza, la richiesta di un supplemento per un elemento essenziale del contratto di trasporto aereo, quale il bagaglio a mano, fornisce una falsa rappresentazione del reale prezzo del biglietto e vizia il confronto con le tariffe delle altre compagnie, inducendo in errore il consumatore.

Ryanair e Wizz Air dovranno quindi sospendere provvisoriamente ogni attività diretta a richiedere un supplemento di prezzo, rispetto alla tariffa standard, per il trasporto del bagaglio a mano grande (trolley), mettendo gratuitamente a disposizione dei consumatori, a bordo o in stiva, uno spazio equivalente a quello predisposto per il trasporto dei bagagli a mano nell'aeromobile.

Le compagnie dovranno comunicare all'Agcm entro 5 giorni le misure adottate in ottemperanza a quanto deciso.

2 novembre 2018 · Andrea Ricciardi

Altre discussioni simili nel forum

tutela consumatore - viaggi e vacanze

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca