Rottamazione, rateazione ex Equitalia e contributi Inps

Avendo avuto in passato una rateizzazione con Equitalia, poi decaduta, per rate non pagate, lo scorso anno sono riuscita ad aderire ad una nuova rateazione di parte del debito, rottamando quell'altra parte di debito che in passato faceva parte della vecchia rateazione poi decaduta.

Per quanto concerne le rate della nuova rateazione concessa ne ho pagate 10.

Per quanto concerne la rottamazione del debito vecchio ho pagato la prima rata a fine ottobre e la seconda sarà domani e la terza e ultima a febbraio.

Premesso che nel frattempo è arrivata diffida Inps che chiede entro 3 mesi di pagare parte dei contributi non versati pena multa di 50 mila euro, anche se gli importi richiesti sono già nelle cartelle oggetto della rateazione che sto onorando di mese in mese, ora mi chiedo a cosa dare priorità.

Visto che questa nuova rateazione mi è stata concessa a fronte della richiesta di rottamazione del saldo dovuto della prima rateazione decaduta (o chiedevo l'adesione alla rottamazione o saldavo subito per poter rateizzare il restante), se salto la seconda rata della rottamazione, oltre a tornare l importo a debito come era in origine (con interessi e sanzioni), decade anche la nuova rateizzazione già concessa e in essere da 10 mesi?

Se pago la seconda rata della rottamazione, ma salto le rate della rateizzazione di dicembre e gennaio, vengono conteggiate come due non pagate oppure si sommano a quelle non pagate della vecchia rateazione decaduta (considerato il max di 5 rate non pagate per la perdita del beneficio)?

Lo so è un caso contorto e complicato, ma spero possiate darmi qualche suggerimento. Di non onorare i pagamenti richiesti dall'Inps non se ne parla visto che oltre alla sanzione di 50 mila euro ci sarebbe poi anche la denuncia visto che si tratta di contributi non versati.

A quanto ci sembra di aver capito, lei deve scegliere se pagare la rata della rottamazione o quella della rateizzazione.

A nostro parere, lei ha in corso una nuova rateizzazione del debito, tanto è vero che essa ha per oggetto solo una parte delle cartelle esattoriali che facevano parte della prima rateizzazione poi decaduta. Pertanto, il conteggio delle eventuali rate non pagate del nuovo piano di rateizzazione non può tener conto anche di quelle saltate con il vecchio piano di rateizzazione, ormai decaduto.

30 novembre 2018 · Ludmilla Karadzic

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

condono sanatoria rottamazione definizione agevolata delle cartelle esattoriali
rateazione Equitalia o ADER

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca