Nullatenente disoccupato e da tre anni non verso la tassa automobilistica per il mio catorcio - Non ho soldi per rottamarlo » Come ottenere la rottamazione a spese dello Stato?

Sono nullatenente, disoccupato, e non ho potuto pagare il bollo per 3 anni su un veicolo di 20 anni. Non posso rottamare l'auto perchè non ho i soldi per farlo. L'assicurazione scadrà a dicembre 2018. Come posso chiedere che questo veicolo venga rottamato, magari anche autodenunciandomi? Cosa rischio? Grazie

Ferme restando le procedure di recupero degli importi dovuti per le tasse automobilistiche, l'ente impositore, anche per il tramite del soggetto cui è affidata la riscossione, qualora accerti il mancato pagamento delle stesse per almeno tre anni consecutivi, notifica al proprietario l'avviso dell'avvio del procedimento e, in assenza di giustificato motivo, ove non sia dimostrato l'effettuato pagamento entro trenta giorni dalla data di tale notifica, chiede all'ufficio competente del Dipartimento per i trasporti, la navigazione, gli affari generali e del personale la cancellazione d'ufficio dall'archivio nazionale dei veicoli e dal Pubblico Registro Automobilistico (PRA). Il predetto ufficio provvede al ritiro delle targhe e della carta di circolazione tramite gli organi di polizia.

E' quanto dispone il Nuovo Codice della strada (decreto legislativo 285/1992) al comma primo dell'articolo 96.

L'unico problema che potrebbe incontrare è che non sempre, in questo paese, le leggi vengono fatte rispettare: in questo caso, il suggerimento è quello di recarsi presso gli uffici regionali preposti alla riscossione della tassa automobilistica e qui notificare, facendosene rilasciare copia timbrata e firmata, una comunicazione in cui dichiara di essere proprietario del veicolo targato XXXXXX e di non aver pagato la dovuta tassa automobilistica per un triennio, chiedendo l'applicazione del comma 1, articolo 96, decreto legislativo 285/1992 e aggiungendo, che, in mancanza, presenterà denuncia all'Autorità Giudiziaria Ordinaria per omissione di atti di ufficio.

In base all'articolo 328 del codice penale, infatti, il pubblico ufficiale o l'incaricato di un pubblico servizio, che entro trenta giorni dalla richiesta di chi vi abbia interesse non compie l'atto del suo ufficio e non risponde per esporre le ragioni del ritardo, è punito con la reclusione fino ad un anno o con la multa fino a milletrentadue euro. La richiesta, da parte del cittadino che vi abbia interesse, di compiere l'atto di competenza dell'ufficio, deve essere redatta in forma scritta ed il termine di trenta giorni decorre dalla ricezione della stessa.

19 novembre 2018 · Giuseppe Pennuto

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

bollo auto (tassa automobilistica)

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca