Rivalsa dell’assicuratore per veicolo non in regola con revisione periodica

Sono stato ritenuto responsabile in un sinistro per colpa (tamponamento del veicolo che mi precedeva nel senso di marcia): la mia assicurazione ha risarcito il danno, ma poi ha esercitato il diritto di rivalsa nei miei confronti, asserendo che il veicolo assicurato, coinvolto nel sinistro, non era in regola con la revisione periodica.

Ma che attinenza ha la revisione periodica con il tamponamento?

Secondo l’articolo 144 del codice delle assicurazioni private, il danneggiato per sinistro causato dalla circolazione di un veicolo o di un natante, per i quali vi è obbligo di assicurazione, ha azione diretta per il risarcimento del danno nei confronti dell’impresa di assicurazione del responsabile civile, entro i limiti delle somme per le quali è stata stipulata l’assicurazione.

Per l’intero massimale di polizza l’impresa di assicurazione non può opporre al danneggiato eccezioni derivanti dal contratto, né clausole che prevedano l’eventuale contributo dell’assicurato al risarcimento del danno.

L’impresa di assicurazione ha, tuttavia, diritto di rivalsa verso l’assicurato nella misura in cui avrebbe avuto contrattualmente diritto di rifiutare o ridurre la propria prestazione.

In altre parole, con il termine rivalsa si si riferisce al diritto che le compagnie assicurative hanno di richiedere un rimborso all’intestatario della polizza, dopo aver risarcito i danni causati al terzo dal soggetto assicurato. Una richiesta di rivalsa è attuabile solo se esplicitamente indicata in una clausola del contratto sottoscritto.

Ora, quasi tutte le compagnie di assicurazione prevedono clausole in cui viene sancito il diritto a recuperare
dall’assicurato le somme eventualmente pagate ai terzi danneggiati (rivalsa), nel caso di veicolo risultasse non in regola con la revisione periodica.

Leggendo con attenzione il contratto, si potrà verificare se la rivalsa, qualora il sinistro si sia verificato quando il veicolo non era stato sottoposto alla revisione periodica stabilita dalla legge, è illimitata (l’assicurato dovrà pagare tutto l’importo versato dall’assicurazione al danneggiato) oppure limitata con massimale o franchigia (l’assicurato è esposto fino a un massimo importo oppure fino ad una massima percentuale rispetto al risarcimento).

21 Ottobre 2019 · Giuseppe Pennuto

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Multe per omessa revisione periodica del veicolo o circolazione senza copertura assicurativa RC auto - Serve la contestazione immediata
Come noto, chiunque circola con un veicolo che non sia stato presentato alla prescritta revisione periodica è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 168 a euro 674. All'accertamento della violazione di cui al periodo precedente consegue la sanzione amministrativa accessoria del fermo amministrativo del veicolo per novanta giorni. Anche chi circola senza la copertura dell'assicurazione è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma compresa da euro 841 a euro 3.287. Dalla lettura del combinato delle disposizioni normative vigenti, l'eventuale infrazione di omessa revisione periodica del veicolo o di circolazione senza copertura assicurativa per ...

Cartella esattoriale per sanzione amministrativa elevata al conducente per omessa revisione periodica del veicolo di proprietà di terzi
Nel giugno 2017 ero alla guida dell'auto di una amica, la accompagnavo a casa in quanto aveva bevuto e non era in condizione di guidare: ci ferma la polizia, verbale per mancata revisione del veicolo alla sottoscritta, chiedo perché lo fanno a mio nome dato che non sono proprietaria e mi rispondono che è solo perché hanno fermato me, ma trattandosi di una revisione scaduta più di 2 anni prima arriverà tutto alla proprietaria. A parte il foglio lasciatomi quella sera, da allora non ho più ricevuto nulla, neanche la notifica del verbale dopo 100 gg. La proprietaria mi dice ...

RC auto - il diritto di rivalsa
In caso di sinistro stradale, l'assicurazione può rivalersi contro l'assicurato in caso di gravi violazioni ("diritto di rivalsa")  La rivalsa è un diritto delle compagnie di assicurazione che, dopo aver pagato il risarcimento danni alle terze persone coinvolte in un incidente, possono chiedere al proprio assicurato, un rimborso qualora sussistono le gravi violazioni del Codice della Strada. Ad esempio, giustificano la rivalsa le seguenti circostanze: la guida in stato di ebbrezza o sotto l'effetto di sostanze stupefacenti (o di psicofarmaci); la violazione delle norme di carico del veicolo; la revisione scaduta o la guida con patente scaduta. È possibile, tuttavia, ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Rivalsa dell’assicuratore per veicolo non in regola con revisione periodica