Si sollecita il pagamento di un importo per un credito non meglio identificato - Cosa devo fare?

Vorrei delle informazioni su una raccomandata ricevuta oggi 01/02/2018 inviata da Net Insurance: riguarda il sollecito di pagamento di 7 mila e 324,17 euro, tramite bonifico bancario sul loro conto corrente.

In questa lettera noto che:

1) non si fa menzione di che debito si tratti
2) si dichiarano pronti a concordare un'eventuale ipotesi di rientro rateale
3) si dichiarano disponibili ad accettare il pagamento a saldo del mio residuo debito mediante il versamento della minor somma di Euro 2000 da effettuarsi entro e non oltre il 22/02/2018 in un unica soluzione con trasmissione di atto liberatorio.

Inoltre ritengo che abbiano leso il mio diritto alla privacy perchè, sulla raccomandata, scritto a penna, c'era il cognome di chi si occupa della pratica seguita dalla dicitura (sempre scritta a penna) "recuperi".

Cosa devo aspettarmi e come devo comportarmi?

Può rispondere a Net Insurance, sempre con raccomandata AR, che lei non è solita elargire somme di duemila euro al primo che passa o che li esige via posta.

E che, pertanto, si aspetta la trasmissione di copia autenticata della lettera di cessione del credito, in modo da poter acquisire completa cognizione del debito presunto, ed, eventualmente, avere certezza che Net Insurance sia veramente legittimata a riscuoterlo.

Naturalmente, la documentazione dovrà essere integrata da un dettagliato estratto cronologico con i tassi di interesse moratori applicati che giustifichino e diano contezza della pretesa di 7.324 euro a partire dal presunto capitale residuo a debito.

Può concludere la missiva ricordando a NET Insurance che la normativa vigente, in materia di trattamento dei dati personali, vieta al mittente di indicare sulla parte esterna di una raccomandata dati diversi da nome, cognome e indirizzo del destinatario e che pertanto, si riserva di sottoporre all'attenzione delle Autorità competenti in materia di tutela della privacy copia del plico ricevuto con, scritto a penna, il cognome di chi si occupa della pratica seguita dalla dicitura "recuperi".

1 febbraio 2018 · Ornella De Bellis

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

cessione del credito
estratto conto cronologico
recupero crediti
violazione della privacy e della dignità del debitore

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Multe per violazione del Codice della strada elevate dalla polizia stradale - Se il pagamento avviene tramite home banking bisogna fare attenzione alla data di valuta
Come è noto, per le violazioni per le quali il Codice della Strada stabilisce una sanzione amministrativa pecuniaria, il trasgressore, di regola, è ammesso a pagare, entro sessanta giorni dalla contestazione o dalla notifica, una somma pari al minimo fissato dalle singole norme. Salvo alcuni casi, per cui è prevista ...
Pagamento della multa tramite bonifico bancario - I termini da rispettare per fruire dello sconto
Come è noto, per le violazioni per le quali il Codice della strada stabilisce una sanzione amministrativa pecuniaria, ferma restando l'applicazione delle eventuali sanzioni accessorie, il trasgressore è ammesso a pagare, entro sessanta giorni dalla contestazione o dalla notificazione, una somma pari al minimo fissato dalle singole norme. Tale somma ...
Il pagamento del debito con assegno non circolare spedito al creditore estingue l'obbligazione salvo buon fine
L'assegno bancario o postale inviato tempestivamente al creditore e avente ad oggetto un importo corrispondente alle somme capitali e ai relativi interessi come dovute all'epoca del pagamento, costituisce, secondo la più recente giurisprudenza di legittimità, idoneo modo di estinguere l'obbligazione, senza che occorra un preventivo accordo tra le parti. Peraltro, ...
Pagamenti di importo inferiore a 5 euro anche con bancomat e carta di credito
I soggetti che effettuano l'attività di vendita di prodotti e di prestazione di servizi, anche professionali, sono tenuti ad accettare anche pagamenti effettuati attraverso carte di debito e di credito; tale obbligo non trova applicazione nei casi di oggettiva impossibilità tecnica. Al fine di promuovere l'effettuazione di operazioni di pagamento ...
La messa in mora del creditore e la liberazione del debitore
Cosa succede quando il debitore vuole adempiere all'obbligazione ed il creditore non accetta l'offerta e non fornisce la liberatoria? Si può mettere in mora il creditore quando questi rifiuti, senza un legittimo motivo, di ricevere il pagamento offertogli dal debitore. Effetti della costituzione in mora del creditore, sono: il dovuto ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca