Rischio il pignoramento del conto corrente dove verranno accreditati 50 mila euro

Il 27 di maggio mi verrà accreditata sul conto corrente che ho presso la banca dove ho lavorato, una somma corrispondente alla pensione integrativa di 235 euro mensili capitalizzata una tantum circa 50 mila euro netti.

Ho ricevuto il 19 aprile una messa in mora per 65 mila e mi si indicano 10 gg per contattarli e trovare accordo altrimenti vie legali.

Ho pensione con cessione volontaria: Equitalia rateizza 123 euro mese, fitto 700 euro e auto in procinto di blocco.

Domanda: riusciro ad arrivare al denaro prima di decreto ingiuntivo esecutivo e in caso contrario possono prendere tutto o solo un quinto?
Cosa consigliate?

Se l’importo accreditato in conto corrente scaturisce dall’esercizio, una volta raggiungi i requisiti per la pensione obbligatoria, dell’opzione di liquidazione della propria posizione individuale per un massimo del 50 per cento del capitale accumulato, così come previsto dalla normativa che regola la pensione complementare, allora il pignoramento non può eccedere il 20% dell’importo accreditato.

Ho ricevuto il 19 aprile una messa in mora per 65 mila e mi si indicano 10 gg per contattarli e trovare accordo altrimenti vie legali.

Se si teme il pignoramento del conto corrente una volta che vi siano affluiti i 50 mila euro versati dal gestore del fondo pensione, la cosa è altamente improbabile, perché il creditore dovrebbe sapere esattamente quando verrebbe accreditata la somma e sincronizzare la notifica del pignoramento alla banca con precisione chirurgica, considerando che il debitore può benissimo prelevare il contante dal conto corrente appena disponibile e depositarlo in una cassetta di sicurezza, oppure trasferirlo su un altro conto corrente fiduciario.

Peraltro, i tempi appaiono stretti, anche se il creditore ottenesse un decreto ingiuntivo immediatamente esecutivo, dal momento che la trattativa richiederà l’elaborazione e la valutazione di piani di rimborso e qualche settimana di riflessione prima di un eventuale rottura con il ricorso alle procedure giudiziali. Insomma, la capacità diplomatica del debitore di trattare tergiversando, assume un ruolo chiave in questa specifica situazione.

Per finire, il canone di locazione da corrispondere mensilmente non incide su un eventuale pignoramento della pensione.

A questo proposito, va aggiunto che i prelievi relativi a cessione del quinto, pignoramento esattoriale preesistente e nuovo pignoramento non potranno superare la metà dell’importo spettante al pensionato al netto degli oneri fiscali.

Il 20% del pignoramento eventualmente azionato dal creditore procedente per il debito di 65 mila euro, andrebbe calcolato sulla pensione diminuita del minimo vitale.

21 Aprile 2016 · Giorgio Martini

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Cartelle esattoriali non pagate e rischio di pignoramento del conto corrente
Mi trovo, mio mangrado, nella posizione di risultare inadempiente a più cartelle di Equitalia, tra qualche mese dovrei ricevere un rimborso da un'assicurazione per un incidente in cui sono parte lesa, ma temo che per allora il mio conto corrente sarà già bloccato o sotto controllo, cosa posso fare per non perdere questa piccola somma di cui avrei bisogno per tirare avanti. ...

Pignoramento del conto corrente postale - Posso continuare ad usufruire dei soldi che saranno accreditati per il mantenimento? E i RID saranno pagati?
In seguito ad un pignoramento del c/c postale da parte di un privato mi ritrovo con un saldo disponibile negativo di circa euro 3800 e un saldo contabile di euro 74. Da premettere che sul conto viene accreditato solo il mantenimento delle bambine e vi sono degli addebiti tramite RID di varie utenze. Posso continuare ad usufruire dei soldi che saranno accreditati per il mantenimento? E i RID saranno pagati? ...

Pignoramento pensione e conto corrente - Cosa mi aspetta?
Sul mio conto corrente bancario mi viene accreditata mensilmente (il primo giorno di ogni mese) la pensione da ex dirigente dello stato che ammonta attualmente ad euro 3 mila e 243 circa, che rappresenta per me l'unica fonte di reddito e con la quale devo far fronte ai bisogni essenziali della vita quotidiana, oltre ad altri impegni di spesa da tempo programmati (rate mutuo, acquisto auto…). Ora, essendo stato condannato in sede civile ad euro 50 mila di risarcimento danni a favore della controparte e a circa euro 20 mila per spese legali, chiedo di conoscere con quali criteri verrà ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Rischio il pignoramento del conto corrente dove verranno accreditati 50 mila euro