Rinuncia eredità e voltura utenze

Ho bisogno di aiuto in merito alla gestione delle utenze di luce e gas intestate a mio padre deceduto da pochi giorni. Sia io che le mie sorelle e mia madre abbiamo già richiesto la rinunzia all'eredità a causa di alcuni debiti pregressi verso Equitalia e Inps, considerando che nostro padre non possedeva beni di proprietà (mobili o immobili).

In questi giorni sono state emesse le ultime fatture di luce e gas (non ci sono morosità pregresse) che andranno in scadenza. Per evitare accettazione tacita, abbiamo pensato di fare pagare queste due fatture ad un terzo estraneo al nucleo familiare con un bollettino postale a suo nome.

Così facendo, senza creare insoluti, vorremmo fare le volture normali (non per causa morte né quella "umana") in quanto nostra madre è unica intestataria del contratto di locazione. Secondo voi, il nostro ragionamento è corretto oppure presenta criticità? Grazie mille per il vostro aiuto.

Il ragionamento e la procedura ipotizzata sono senz'altro corretti e, a nostro parere, non presentano criticità.

9 giugno 2019 · Giovanni Napoletano

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

   Seguici su Facebook

Altre discussioni simili nel forum

contratti fornitura luce gas acqua fonia - voltura

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca