Rinuncia eredità e restituzione farmaci e presidi forniti dalla ASL

Vorrei sottoporvi un problema relativo alla restituzione di presidi forniti dalla ASL a mio padre invalido al 100%, da poco deceduto, e dei farmaci sperimentali forniti dall'ospedale per le cure dopo le dimissioni.

Vorrei specificare che tali presidi e farmaci non sono stati acquistati da noi, ma sono stati forniti direttamente dalla ASL e dal ministero della salute.

La mia famiglia ha fatto la rinuncia all'eredità (a causa di debiti verso Equitalia) e vorrei sapere se la restituzione sia dei presidi che dei farmaci in qualità di figlio comporti il rischio di essere qualificato come erede.

Si accetta tacitamente l'eredità pagando i debiti del defunto con i soldi ricadenti nella successione ereditaria oppure appropriandosi di beni che sono stati di proprietà del defunto.

Restituire beni che sono di proprietà della ASL, concessi solo in comodato al defunto, e che potrebbero essere utili ad altri, costituisce esclusivamente espressione di responsabile senso civico.

Per inciso, la restituzione potrebbe essere anche organizzata e portata a termine da un terzo non incluso fra i chiamati all'eredità, per puro spirito di volontariato e di solidarietà umana verso coloro che potrebbero utilizzare i presidi forniti al defunto.

9 giugno 2019 · Ludmilla Karadzic

Altre discussioni simili nel forum

eredità e successione
rinuncia eredità

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca