Rinuncia eredità, beni pignorati e tempistiche

E’ morto mio padre, che ha una cartella esattoriale pendente presso Equitalia per imposte non pagate (e quindi ereditabili) per circa 60 mila euro.

Mia madre, vedova, possiede qualsiasi bene, inclusa l’abitazione, in maniera esclusiva a seguito del regime di separazione dei beni scelto.

Mio padre lascia soltanto un autoveicolo ed un motociclo pignorati, e nessun altro bene, oltre a 2000 euro sul conto che ho prelevati il giorno successivo al decesso per le spese funebri.

Abbiamo fissato un appuntamento presso la cancelleria del tribunale per la rinuncia all’eredità, ma l’appuntamento è fra 3 mesi (3 mesi dalla morte).

Che cosa può accadere nel frattempo? Siamo aggredibili io o mia madre da Equitalia? L’aver effettuato il prelievo dal conto (Chiuso 3 giorni dopo con comunicazione e restituzione carte e libretti) può intendersi tacita accettazione dell’eredità?

Se il conto corrente era intestato esclusivamente a suo padre, la banca può averle concesso il prelievo solo in qualità di erede per cui lei ha già tacitamente accettato l’eredità ed è obbligato verso Equitalia per i debiti del defunto genitore.

3 Marzo 2016 · Ludmilla Karadzic

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Corrispondenza indirizzata al defunto e rinuncia all'eredità
Alla morte di mio padre, col quale convivevo, ho rinunciato all'eredità poiché aveva debiti causati dal fallimento di una società di cui era amministratore. Anche mio fratello ha rinunciato all'eredità e gli eredi dovrebbero essere i suoi figli (minori di 5 anni). Io continuo a ricevere corrispondenza indirizzata a mio padre (riviste e comunicazioni dalla banca, dalla posta, dalle carte di credito, ecc.) ma non ho mai aperto le buste. Devo comunicare che mio padre è morto e che io ho rinunciato all'eredità? Come devo fare? ...

Successione e rinuncia all'eredità - Conviene farla nella mia situazione?
Inail reclama la restituzione di una somma corrisposta per la morte di mio padre defunto: mia madre è in vita ed era in regime di comunione dei beni con casa di proprietà, cosa rischia lei? Io figlio, con casa di mia proprietà, cosa rischio? Potrebbe essere conveniente fare rinuncia eredità? Oppure farla dopo la morte di mia madre e nel frattempo mia madre potrebbe fare una donazione della casa a me? ...

Successione e rinuncia eredità - La disposizione di un bonifico dal conto corrente del defunto può comportare accettazione tacita dell'eredità?
Mio padre è venuto a mancare il 3 gennaio in Francia: non abbiamo ancora potuto agire in nessuna maniera. Gli eredi sono io figlio e mia madre, che ha casa in comunione dei beni e conto cointestato. La banca in funzione del fatto che non ha avuto alcuna carta ufficiale italiana e per burocrazia risulta essere in lavorazione ha deciso d lasciare la possibilità di manovra a piacimento sul conto. Di recente mi dice mia madre ha disposto vari prelievi privati e bonifici tra cui a me. Io vorrei rinunciare all'eredita questo può pregiudicare qualcosa? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Rinuncia eredità, beni pignorati e tempistiche