Rimborso di un fornitore rimasto in sospeso - Come evitare un decreto ingiuntivo?

Sono socio amministratore di una sas (con due soci): a settembre del 2016 ci è stato notificato un decreto ingiuntivo per un debito presso un fornitore, per 2700 euro. Chiamai subito l'avvocato del fornitore per pianificare il rientro e mi fu accordato una rateizzazione in 8 rate mensili. Abbiamo pagato le prime 3 rate e poi per problemi economici più nulla. E' passato un anno e mezzo dalla terza rata pagata. Che cosa succede ora? Cosa mi devo aspettare? Come posso rallentare il tutto. Posso rimodulare il rientro? Né l'avvocato ne il fornitore si sono fatti vivi finora.

Se dopo la sospensione del piano di rientro concordato con il legale del creditore non è pervenuta alcuna comunicazione formale di messa in mora o di cessione del credito, la cosa più normale da fare, per evitare eventuali futuri strascichi giudiziali, è riprendere i pagamenti con le modalità già pattuite.

Avvisare il creditore e/o il suo legale dell'avvenuta ripresa dei pagamenti sarà, inoltre, cosa buona e giusta oltre che sicuramente gradita dalla controparte.

10 novembre 2018 · Carla Benvenuto

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

   Seguici su Facebook

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?