Condizioni per evitare revoca atto di alienazione immobile di propietà del debitore

Non mi è ancora del tutto chiaro riguardo al precedente topic, ossia basta una delle condizioni da lei elencate per ovviare ad un'eventuale revocatoria dell'atto?

Inoltre ho letto dal sito Equitalia che l'ipoteca come il pignoramento non sono applicabili se il debito non supera i 20.000,00 euro quindi non dovrei avere problemi? se fosse così potrei averne un domani se i miei fratelli che mi hanno nel frattempo venduto la loro quota raggiungere il debito oltre i 20.000,00?

Il rischio di una revocatoria dell'atto di compravendita, per l'intero immobile o per quote di esso, è escluso solo quando siano contemporaneamente verificate tutte le seguenti condizioni:

  1. l'acquirente è un soggetto terzo (non parente o affine del venditore);
  2. il prezzo della transazione è quello di mercato;
  3. l'immobile viene destinato dal compratore ad abitazione principale (luogo in cui eleggono residenza e vivono l'acquirente stesso o suoi parenti o affini).

Sul sito Equitalia si legge anche che, se non si tratta di prima casa in cui il debitore ha la residenza, il pignoramento può essere effettuato solo per debiti superiori a 120 mila euro.

Per iscrivere ipoteca, come correttamente lei riferisce, il debito esattoriale deve superare i 20 mila euro.

Dunque, se lei è sicuro che ciascuno dei suoi due fratelli supererà mai i 20 mila euro di debito esattoriale, l'ipoteca non potrà essere iscritta ed una eventuale revocatoria dell'atto di compravendita non potrà farle che il classico "baffo".

15 luglio 2014 · Genny Manfredi

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

revocatoria di atti dispositivi del debitore (alienazione immobile donazione costituzione fondo patrimoniale)

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Non è soggetto ad azione revocatoria l'atto di alienazione di un bene posto in essere dal debitore per reperire quanto necessario al rimborso di un debito scaduto
L'azione revocatoria non elimina l'atto impugnato, ma lo rende semplicemente inefficace esclusivamente verso il creditore che ha agito, evidenziando quindi una inefficacia relativa (anche detta inopponibilità). Non si produce un effetto restitutorio, poiché il bene non rientra nel patrimonio del debitore, ma il creditore potrà promuovere sul bene oggetto di ...
Alienazione infraquinquennale dell'immobile acquistato con agevolazioni fiscali prima casa e mancato riacquisto entro un anno - Un esempio di causa di forza maggiore
Come è noto, la decadenza dall'agevolazione prima casa, per non avere stabilito la residenza nel comune ove è ubicato l'immobile entro il termine di 18 mesi dall'acquisto, resta impedita dal sopravvenire di una causa di forza maggiore, da intendersi quale impedimento oggettivo caratterizzato dalla non imputabilità (anche a titolo di ...
Quando il debitore simula la vendita dell'immobile per evitare l'azione esecutiva del creditore
A fronte della vendita da parte del debitore di un immobile di sua proprietà, il creditore può avviare, con successo, un'azione legale finalizzata ad ottenere la declaratoria di nullità per simulazione del contratto, qualora ne ricorrano i presupposti. Come è noto, mentre l'effetto dell'azione revocatoria è quello di sancire l'inefficacia ...
Cartelle esattoriali di equitalia e pignoramento della casa » Diritti doveri e consigli per evitare l'espropriazione dell'immobile
Debiti per cartelle esattoriali di equitalia non pagate: è possibile perdere il proprio immobile per pignoramento? Quali sono i diritti che tutelano il debitore? Ecco alcuni consigli e doveri per evitare l'espropriazione dell'immobile. Contro il pignoramento dell'immobile, per eventuali cartelle esattoriali di Equitalia non pagate, quali sono gli strumenti del ...
La notifica del pignoramento rende le quote di una srl indisponibili al debitore
Il pignoramento consiste in un'ingiunzione che l'ufficiale giudiziario fa al debitore di astenersi da qualunque atto diretto a sottrarre alla garanzia del credito esattamente indicato i beni che sì assoggettano all'espropriazione e i frutti di essi, così realizzando un vincolo di indisponibilità del bene in favore del creditore pignorante. Con ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca