Ricorso per ottenere prima tranche REM (prime 2 rate) non erogata causa “disguido”

Argomenti correlati:

Ho avuto diritto, a causa della mia situazione personale, alla misura REM erogata dal governo: il sussidio è stato concesso in più quote mensili (5 attualmente) e tre di queste, dopo aver fatto richiesta diretta su sito, mi sono state assegnate regolarmente.

Il problema riguarda le prime 2. In questa prima fase, avevo chiesto aiuto al mio assistente fiscale “storico” (vista la mia inesperienza in materia) per redigere e inviare la pratica. Afferma che se ne occuperò lui, mi dice intanto (ma solo dopo mia richiesta sul daffare…) di inviargli l’estratto conto per l’ISEE che è disponibile nell’area riservata di un qualsiasi conto bancario.

Non fa alcuna menzione dell’ISEE da compilare e registrare tramite il sito dell’INPS. Gli invio la “documentazione” richiesta, e vengo a sapere che, sempre tramite il sito dell’INPS, è possibile controllare l’avanzamento della propria pratica.

Mi collego e vedo che a mio nome non risulta nulla. Lo avverto, ma mi risponde che se inviata tramite patronato (a cui lui si appoggia) non è visibile…

Mi pare strano. Decido di chiamare l’INPS, che mi avvisa che a mio nome non risulta nessun inoltro (risposta del call center). La ragazza al telefono si offre gentilmente di compilarmi la pratica e di registrarla. Tuttavia, nemmeno lei fa riferimento alla certificazione ISEE (se l’avessi prodotta o meno). La pratica appare visibile in area riservata, ma i dati in possesso dell’Istituto sono parziali, pertanto la prima domanda viene respinta.

Informo, un po’ adirato, il mio assistente, che controbatte che l’errore è stato loro in quanto la pratica è stata inoltrata e protocollata ben prima del termine ultimo. Secondo lui l’errore è mio che non ho aspettato.

Insomma: uno scaricabarile di doveri e responsabilità che provocano questo spiacevole “disguido”.

Si offre di fare ricorso (dice lui, perché a quanto pare è assolutamente possibile), ma è un continuo rimando di “elaborazioni pratiche”, da settembre, e ad oggi ancora nulla di fatto.

Naturalmente, tutto ciò che mi ha detto e “promesso” è scritto e testimoniato dai suoi messaggi.

Allo stato delle cose, visto che sono stato danneggiato, chiedo cortesemente un’opinione sul daffare. Non so, fare ricorso diretto (anche se non so se sia temporalmente possibile) oppure far intervenire un avvocato per chiarire la situazione e presentare un esposto contro di lui.

Danneggiato, sì, ma anche deluso visto che lo conosco da 20 anni e non so perché abbia agito in questo modo. Grazie del vostro supporto, un cordiale saluto.

Se la mancata erogazione del beneficio è riconducibile all’omessa presentazione di una Dichiarazione Sostitutiva Unica ISEE di riferimento, alla quale agganciare l’istanza finalizzata ad ottenere il Reddito di EMergenza (REM), allora conviene pazientemente attendere il ricorso presentato dal suo assistente fiscale.

12 Febbraio 2021 · Tullio Solinas

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Mi ritrovo segnalato in CRIF senza aver mai ricevuto il preavviso e la segnalazione mi impedisce di ottenere una seconda tranche di un prestito già erogato - Come fare per sbloccare la situazione?
Da circa un anno ho costituito una Società srl, formata da 2 amministratori (me medesimo ed il socio): è stato redatto Business Plan per accesso al finanziamento Start Up presso Banca Unicredit, ed una prima tranche è stata regolarmente erogata. Nel contempo, l'operatore ha ravvisato la segnalazione al CRIF dello scrivente (non a conoscenza e mai notificato alcun atto in tal senso) per un prestito non onorato negli ultimi mesi, oggetto di apposito "saldo e stralcio" onorato finora per la metà dell'importo in transazione. Del che, l'operatore bancario ne è stato informato trasmettendo copia del "saldo e stralcio", transazione rateizzata ...

Richiesta isee corrente per cassa integrazione a zero ore
Sono in cassa a 0 ora, ho letto che per chiedere l'isee corrente bisogna essere in possesso di un isee valido, cosi ho fatto domanda questi giorni del mini isee tramite il sito dell'inps, tra qualche giorno dovrei avere il documento. una volta che ho l'isee posso fare subito domanda per l'isee corrente? E se iniziassi a lavorare il giorno dopo la richiesta rientrando dalla cassa risulta valido dal giorno della richiesta ? ...

Riapertura dei termini per chi ha aderito alla rottamazione bis ma non ha versato le prime tre rate in scadenza
Ho aderito alla cosiddetta rottamazione bis, ma non sono riuscito a saldare le prime tre rate scadute a luglio, settembre e ottobre 2018. Ho perso il beneficio o posso recuperare in qualche modo? ...

Dove mi trovo?