Riconoscimento figlio nato da relazione extraconiugale - Quale procedura?

Sono sposato con una donna che ha una figlia di 32 anni avuta da un precedente matrimonio, anch'essa sposata con uomo di cui si sono perse le tracce dal 2013. Nel 2011 io e la ragazza, (che vive e risiede con noi), durante un periodo di assenza di mia moglie, avemmo dei rapporti intimi, a seguito dei quali rimase incinta e nel giugno 2012 nacque un bambino che adesso ha circa 6 anni. Abbiamo tenuto il segreto con tutti. Il marito ignaro di tutto lo riconobbe come figlio, ma poi sparì. Da pochi giorni la ragazza, in un momento di crisi esistenziale ha raccontato tutto a sua madre (mia moglie) chiedendogli che riconoscessi il bambino come figlio naturale, in quanto lei non è più capace di provvedere ai suoi bisogni. Al di là di tutto il casino familiare, è mia intenzione riconoscerlo, in quanto lo abbiamo sempre cresciuto noi. Quale procedura seguire?.

Prima di poter procedere al riconoscimento della paternità del bambino avuto dalla sua figliastra è necessario procedere, ex articolo 243 bis del codice civile, al disconoscimento della attuale paternità anagrafica in capo al marito della madre del bambino che si intende riconoscere come figlio proprio.

Ora, l'azione di disconoscimento di paternità del figlio nato durante il matrimonio e riconosciuto dal marito della madre, può essere esercitata dal marito della madre del bambino e suo padre anagrafico, dalla madre e dal figlio medesimo.

Escluso che ad esercitare l'azione di disconoscimento di paternità possa essere il minore o il padre anagrafico irreperibile che l'ha riconosciuto, ignaro che il figlio nato in costanza di matrimonio non fosse il suo, l'azione potrà essere promossa esclusivamente dalla madre del bambino che si intende riconoscere come proprio figlio naturale.

Attenzione però: la sola dichiarazione della madre non esclude la paternità del padre ed attuale marito. Occorrerà, per questo, il supporto di un avvocato che segua la procedura giudiziale e il padre naturale dovrà sottoporsi ai test biologici che si renderanno necessari.

Solo successivamente al disconoscimento della paternità attuale, il padre biologico potrà chiedere il riconoscimento del bambino (anche utilizzando i test che saranno eseguiti durante la procedura di disconoscimento).

27 maggio 2018 · Marzia Ciunfrini

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

riconoscimento paternità

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?



lunghezza totale = 7391

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca