Riconoscimento figlio nato da relazione extraconiugale - Quale procedura?

Sono sposato con una donna che ha una figlia di 32 anni avuta da un precedente matrimonio, anch'essa sposata con uomo di cui si sono perse le tracce dal 2013. Nel 2011 io e la ragazza, (che vive e risiede con noi), durante un periodo di assenza di mia moglie, avemmo dei rapporti intimi, a seguito dei quali rimase incinta e nel giugno 2012 nacque un bambino che adesso ha circa 6 anni. Abbiamo tenuto il segreto con tutti. Il marito ignaro di tutto lo riconobbe come figlio, ma poi sparì. Da pochi giorni la ragazza, in un momento di crisi esistenziale ha raccontato tutto a sua madre (mia moglie) chiedendogli che riconoscessi il bambino come figlio naturale, in quanto lei non è più capace di provvedere ai suoi bisogni. Al di là di tutto il casino familiare, è mia intenzione riconoscerlo, in quanto lo abbiamo sempre cresciuto noi. Quale procedura seguire?.

Prima di poter procedere al riconoscimento della paternità del bambino avuto dalla sua figliastra è necessario procedere, ex articolo 243 bis del codice civile, al disconoscimento della attuale paternità anagrafica in capo al marito della madre del bambino che si intende riconoscere come figlio proprio.

Ora, l'azione di disconoscimento di paternità del figlio nato durante il matrimonio e riconosciuto dal marito della madre, può essere esercitata dal marito della madre del bambino e suo padre anagrafico, dalla madre e dal figlio medesimo.

Escluso che ad esercitare l'azione di disconoscimento di paternità possa essere il minore o il padre anagrafico irreperibile che l'ha riconosciuto, ignaro che il figlio nato in costanza di matrimonio non fosse il suo, l'azione potrà essere promossa esclusivamente dalla madre del bambino che si intende riconoscere come proprio figlio naturale.

Attenzione però: la sola dichiarazione della madre non esclude la paternità del padre ed attuale marito. Occorrerà, per questo, il supporto di un avvocato che segua la procedura giudiziale e il padre naturale dovrà sottoporsi ai test biologici che si renderanno necessari.

Solo successivamente al disconoscimento della paternità attuale, il padre biologico potrà chiedere il riconoscimento del bambino (anche utilizzando i test che saranno eseguiti durante la procedura di disconoscimento).

27 maggio 2018 · Marzia Ciunfrini

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

riconoscimento paternità

Approfondimenti e integrazioni dal blog

La prescrizione per il diritto al mantenimento del figlio decorre dal riconoscimento o dalla dichiarazione di genitorialità
Il codice civile dispone che il figlio ha diritto di essere mantenuto, educato, istruito e assistito moralmente dai genitori, nel rispetto delle sue capacità, delle sue inclinazioni naturali e delle sue aspirazioni. Il figlio ha, altresì, diritto di crescere in famiglia e di mantenere rapporti significativi con i parenti. L'obbligo ...
Cessa l'obbligo al mantenimento del figlio studente universitario fuori corso
Il dovere di mantenimento del figlio maggiorenne cessa ove il genitore onerato dia prova che il figlio abbia raggiunto l'autosufficienza economica oppure quando il genitore provi che il figlio, pur posto nelle condizioni di addivenire ad una autonomia economica, non ne abbia tratto profitto, sottraendosi volontariamente allo svolgimento di una ...
Diritto di abitazione » Alla morte del padre la madre comproprietaria può far cacciare di casa il figlio che non contribuisce alle spese
Diritto di abitazione: morto il padre, la madre comproprietaria può far cacciare di casa la figlia che non contribuisce alle spese. In questi casi scatta, infatti, l'ordine di rilascio dell'immobile: se è intollerabile la convivenza, il diritto del coniuge superstite prevale sul compossesso della figlia che ha già redditi propri. ...
Requisiti per il riconoscimento della pensione di reversibilità al figlio inabile del defunto
In caso di morte del pensionato, il figlio superstite ha diritto alla pensione di reversibilità, ove maggiorenne, se riconosciuto inabile al lavoro e a carico del genitore al momento del decesso di questi. Se il requisito dell'essere a carico del genitore defunto (vivenza a carico) non si identifica indissolubilmente con ...
Crisi e famiglia » Quanto costa oggi crescere un figlio?
Quanto costa crescere un figlio in tempo di crisi? Quanti figli è possibile mantenere, in base alle possibilità economiche presenti e future? A queste, ed altre, domande, rispondiamo nel prosieguo dell'articolo. Partiamo da uno studio europeo: ad esempio, il costo medio che i genitori britannici devono sostenere per crescere i ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca