Per ottenere il rimborso di crediti del defunto verso la PA serve il suo ISEE?

Argomenti correlati:

Vorrei chiedere informazioni inerenti la compilazione dell’ISEE del 2016 per mia madre.

Mia madre è deceduta il 20 marzo 2017 e questo ISEE mi occorre per poter recuperare delle somme per una compartecipazione della Regione Abruzzo, visto che mia madre era ricoverata presso una RSA (Residenza Sanitaria Assistenziale) I suoi eredi siamo io e mia sorella (inabile) della quale io sono l’amministratore di sostegno.

Visto che sono stato sballottato tra diversi uffici senza cavare un “ragno dal buco”, (la RSA mi ha detto di rivolgermi al comune (Servizi Sociali) per fare domanda; al comune mi hanno detto che occorreva l’ISEE e dovevo rivolgermi al CAF; il CAF mi ha detto che non può rilasciare un ISEE per persone decedute e mi dovevo rivolgere all’INPS che a sua volta mi ha detto che se ne doveva occupare il comune.

Il CAF afferma il vero quando riferisce che l’erede non può compilare la dichiarazione sostitutiva unica per conto della defunta. Se sua madre aveva maturato il diritto a percepire dei contributi, potrà essere richiesta dalla PA qualsiasi possibile documentazione, ma non di certo la DSU ISEE. In qualità di erede lei può rivolgersi al debitore (sia esso la Regione Abruzzo o il Comune) e metterlo in mora per la restituzione di quanto spettava a sua madre.

Non è da escludere che vi sia stato un malinteso ed il debitore abbia chiesto la produzione della DSU degli eredi per verificare il loro diritto a percepire quei contributi.

Di più non possiamo aggiungere, non conoscendo la natura del beneficio in questione né la normativa che ne regola la concessione.

29 Aprile 2017 · Ornella De Bellis

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti e integrazioni da blog e forum

Dove mi trovo?