Ricorso all’ABF e credito ceduto a terzi nelle more della decisione

Vorrei cortesemente sapere se dovessi iniziare tramite l’ABF un procedimento verso una finanziaria e questa decidesse di vendere il debito prima che ci sia il pronunciamento dell’organismo incaricato, chi dovrà farsi carico di eventuali oneri per la lite intrapresa, la società cedente o quella che ha acquisito il credito?

L’ABF (Arbitro Bancario Finanziario) può arbitrare una controversia fra il cliente e l’intermediario (banca o finanziaria) sottoposto a vigilanza della Banca d’Italia: e spesso le società cessionarie del credito non hanno tale requisito.

Se il ricorso all’ABF viene avviato nei confronti di una finanziaria vigilata su questioni afferenti il rapporto intercorso con il cliente, la decisione dell’Arbitro riguarderà la finanziaria citata nel ricorso, indipendentemente dall’eventuale successiva cessione del credito.

8 Dicembre 2018 · Simonetta Folliero

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Credito ceduto pro-soluto - Qualcosa non torna nella data di cessione
Causa impossibilità di pagare il debito per una carta revolving, la banca mi ha comunicato con A/R datata 29/01/2019 la decadenza del beneficio del temine con l'intimazione di pagare entro 15 giorni dal ricevimento della lettera l'intero capitale gravato da interessi e altre spese, si tratta di una cifra di circa 3 mila e duecento euro. Non avendo la possibilità di pagare, considerato il precario stato lavorativo gravato da altre situazioni contingenti, non ho ottemperato alla richiesta della banca. Giovedì u.s. ho ricevuto per A/R la comunicazione, datata 26-02-2019, da parte di una società terza di essere dal 04/02/2019 divenuta ...

Ricorso all'arbitro bancario finanziario nelle controversie con gli istituti di credito » Più conveniente di una causa civile
Sempre più usato lo strumento del ricorso all'Arbitro Bancario Finanziario da parte dei consumatori che devono contestare un comportamento illecito ad una banca: oneri minori, più velocità nelle sentenze e non obbligatorietà della difesa di un legale. Non si ferma il successo dell'Arbitro bancario finanziario presso il pubblico dei risparmiatori. Nel 2013 infatti l'Arbitro bancario finanziario ha ricevuto migliaia di ricorsi, il 39% in più rispetto al 2012: circa il 70% le decisioni favorevoli ai clienti delle banche. A segnalarlo è la relazione sulla gestione della Banca d'Italia. Da quanto emerge dalla ricerca, dal 2010 in poi il numero dei ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Ricorso all’ABF e credito ceduto a terzi nelle more della decisione