Ricorso all’ABF e credito ceduto a terzi nelle more della decisione


Vorrei cortesemente sapere se dovessi iniziare tramite l’ABF un procedimento verso una finanziaria e questa decidesse di vendere il debito prima che ci sia il pronunciamento dell’organismo incaricato, chi dovrà farsi carico di eventuali oneri per la lite intrapresa, la società cedente o quella che ha acquisito il credito?

L’ABF (Arbitro Bancario Finanziario) può arbitrare una controversia fra il cliente e l’intermediario (banca o finanziaria) sottoposto a vigilanza della Banca d’Italia: e spesso le società cessionarie del credito non hanno tale requisito.

Se il ricorso all’ABF viene avviato nei confronti di una finanziaria vigilata su questioni afferenti il rapporto intercorso con il cliente, la decisione dell’Arbitro riguarderà la finanziaria citata nel ricorso, indipendentemente dall’eventuale successiva cessione del credito.

8 Dicembre 2018 · Simonetta Folliero



Condividi e vota il topic


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Ricorso all’ABF e credito ceduto a terzi nelle more della decisione