Richiesta fatture atto di successione – Il notaio deve aver combinato un pasticcio

Nel 2013 Il notaio ha stipulato un atto di successione: l’Agenzia delle Entrate (AdE) dopo tanto tempo mi ha multato perché non risultano le tasse dovute che io ho pagato a suo tempo al Notaio.

Di recente ho chiesto alla segretaria del notaio la copia delle fatture, la quale mi ha risposto che il Notaio è andato in pensione e che non può soddisfare la mia richiesta. Come devo comportarmi e a chi posso chiedere le copie delle fatture?

La normativa vigente prevede la registrazione telematica obbligatoria per gli adempimenti relativi a tutti gli atti ricevuti o autenticati dai notai con previsione di trasmissione per via telematica di tutte le richieste di registrazione, le note di trascrizione e di iscrizione nonché delle domande di annotazione e di voltura catastale è infatti foriera di una mutazione del meccanismo applicativo del tributo essendo oggi prescritto che la registrazione sia preceduta dal pagamento del tributo, autoliquidato dal notaio stesso.

In particolare la disposizione prevede che le formalità sono eseguite previo pagamento dei tributi dovuti in base ad autoliquidazione. Successivamente a tale presentazione gli uffici controllano la regolarità dell’autoliquidazione e del versamento delle imposte e qualora, sulla base degli elementi desumibili dall’atto, risulti dovuta una maggiore imposta, notificano, anche per via telematica, entro il termine di 60 giorni dalla presentazione del modello unico informatico, apposito avviso di liquidazione per l’integrazione dell’imposta versata.

Il pagamento è effettuato, da parte dei notai, entro 15 giorni dalla data della suindicata notifica; trascorso tale termine, sono dovuti gli interessi moratori e si applica la sanzione di cui all’articolo 13 del decreto legislativo 471/1997, per la quale c’è responsabilità solidale fra cliente/contribuente e notaio.

Nel caso di dolo o colpa grave nell’autoliquidazione delle imposte, gli uffici segnalano le irregolarità all’ordine notarile per l’adozione dei conseguenti provvedimenti disciplinari.

Accedendo agli atti presso l’Agenzia delle Entrate potrà prendere visione dell’avviso di accertamento (qualora non avesse conservato la copia notificatale) sotteso alla sanzione e non avrà bisogno delle fatture rilasciate a suo tempo dal notaio per intraprendere nei confronti del professionista inadempiente (ritardatario) una eventuale azione giudiziale per risarcimento danni.

9 Marzo 2019 · Lilla De Angelis

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Il notaio che accetta l'incarico deve pubblicare e trascrivere l'atto anche se il cliente non anticipa le spese necessarie
Il notaio ha la facoltà di rifiutare la propria prestazione professionale se le parti non depositino presso di lui le somme necessarie per le tasse, l'onorario e le spese, ma, una volta che abbia comunque accettato di eseguire la prestazione richiestagli e di ricevere l'atto, il mancato pagamento di tali importi non lo autorizza a sottrarsi all'obbligo di provvedere alle formalità susseguenti. Insomma, una volta accettato l'incarico notarile, nè il mancato pagamento da parte del cliente degli importi dovuti per tasse e trascrizione e neppure (a maggior ragione) il mancato perfezionamento della liquidità dei titoli rilasciati per il medesimo pagamento ...

Responsabilità del notaio se il bene trasferito nell'atto di compravendita è di proprietà di terzi e non di chi ha venduto
Cosa accade quando acquistato un immobile, si viene successivamente a scoprire che un bene pertinenziale (giardino dell'abitazione, ad esempio, o box auto) è, in realtà, proprietà di terzi e non di chi ha venduto? Può il notaio chiamato in giudizio dall'acquirente, al fine di far dichiarare la sua responsabilità civile per ottenere in tal modo il risarcimento dei danni subiti, giustificare l'errore adducendo che non aveva ricevuto l'incarico di effettuare le verifiche catastali ed ipotecarie? Ai quesiti hanno risposto i giudici della Corte di cassazione con la sentenza 16990/15. La sussistenza dell'obbligo per il notaio rogante di effettuare le visure ...

Dichiarazione di successione presentata a cura di uno solo dei coeredi
Trattasi di successione di piccolo importo con più eredi: un erede ha provveduto, senza informare tutti i coeredi, alla dichiarazione di successione, dopo un mese circa ne siamo venuti a conoscenza e ci ha detto di chiedere al notaio per avere copia integrale! Due domande: 1: Per la dichiarazione di successione vanno inviati i documenti di identità degli eredi (l'unica era la banca ad averne copia), per la privacy non c'era bisogno della nostra autorizzazione? O il notaio può averla trasmessa senza il nostro documento? 2: sono arrivati gli f24 da pagare: a prescindere che la dichiarazione non risulta completa ...

Dove mi trovo?