Cosa fare se l'Agenzia delle Entrate rifiuta di fornire chiarimenti in merito agli accertamenti notificati al contribuente?

Sono stata all'agenzia delle entrate dove si sono rifiutati di darmi informazioni su una richiesta di pagamento che mi è arrivata.

Vi spiego nel dettaglio: ho ricevuto una cartella Equitalia (prima notifica nel 2016) relativa all'anno 2005. Equitalia mi rimanda all'ente creditore. Vado all'agenzia dell'entrate (l'ente creditore) e chiedo di vedere le eventuali notifiche intercorse negli anni ad interrompere la prescrizione. Oltre a questo chiedo di avere ulteriori ragguagli per sapere l'origine del debito.

Sulla cartella Equitalia ci sono solo una serie di diciture e codici che solo grazie a internet riesco a decifrare in parte. All'ADE non mi hanno permesso di parlare con un impiegato, non mi è stato possibile sapere l'origine del debito (difficile contestare un eventuale errore da parte loro se non so di cosa si tratta) ma soprattutto si sono sentito dire che per sapere se mi è stato notificato qualcosa da parte dell'ADE dovevo pagare! (La bellezza di 50€) questa è una totale novità dal momento che altre volte sono stata all'ADE e ho chiesto di vedere le notifiche (mai mi hanno chiesto soldi).

Cosa devo fare secondo voi? È una nuova procedura o solo un tentativo di dissuadere l'utente e portarlo a pagare perché troppo difficile contestare il debito?

E' un suo inderogabile diritto chiedere ed ottenere, gratuitamente, informazioni sulla notifica e nel merito degli accertamenti il cui mancato o insufficiente pagamento ha determinato l'iscrizione a ruolo del debito e la successiva emissione della cartella esattoriale.

Probabilmente si è rivolta alla persona sbagliata oppure c'è stato un equivoco: qualora l'episodio si ripetesse chieda di interagire con un funzionario dell'ADE.

15 novembre 2016 · Ludmilla Karadzic

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

Agenzia delle entrate
cartelle esattoriali Equitalia o ADER

Approfondimenti e integrazioni dal blog

La nuova cartella esattoriale dell'agenzia delle entrate-riscossione (ader) » Cosa c'è da sapere
Cambia l'agente della riscossione, da Equitalia ad Agenzia delle Entrate-Riscossione, e dunque, cambia anche la struttura della cartella esattoriale inviata al contribuente: vediamo come. Innanzitutto, che cos'è una cartella esattoriale? Nella cartella esattoriale è indicato l'importo totale da saldare e gli enti che ne hanno fatto richiesta, il dettaglio degli ...
Intrasmissibilità agli eredi delle sanzioni amministrative e tributarie - Cosa accade se il decesso del debitore avviene nel corso del piano di rateazione
La legge dispone che l'obbligazione al pagamento delle sanzioni amministrative e tributarie (restano escluse quelle civili irrogate dall'INPS) non si trasmette agli eredi: l'applicazione della norma è immediata per quel che riguarda le sanzioni amministrative (in particolare le multe per infrazione al Codice della strada) o le cartelle esattoriali originate ...
Agenzia delle Entrate » Per i rimborsi fiscali i contribuenti sono invitati a fornire l'IBAN
I contribuenti interessati a ricevere i rimborsi fiscali da parte dell'Agenzia delle Entrate e in particolare i contribuenti che nel 2014 non hanno più un proprio sostituto di imposta sono stati invitati dalla massima autorità fiscale a fornire le proprie coordinate bancarie al fine di ricevere l'accredito di quanto dovuto ...
Sospensione della riscossione forzata esattoriale
In caso di notifica di una cartella con cui Equitalia richiede il pagamento di somme già effettuato, cosa occorre fare per bloccare le eventuali azioni esecutive o cautelari? Entro il termine di 60 giorni dalla notifica della cartella è possibile presentare a Equitalia, anche in via telematica, una dichiarazione di ...
Rimborsi fiscali oltre i 4 mila euro - chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate
la Legge di Stabilità 2014 ha disposto che, al fine di contrastare l'erogazione di indebiti rimborsi dell'imposta sul reddito delle persone fisiche da parte dei sostituti d'imposta, l'Agenzia delle entrate, entro sei mesi dalla scadenza dei termini previsti per la trasmissione della dichiarazione (ovvero dalla data della trasmissione, ove questa ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Tassonomie

Cerca