Studentessa universitaria che lavorava part time come cameriera in una birreria – Le spetta qualche indennità Covid 19 se il datore di lavoro non ha rinnovato il contratto in scadenza?

Sono una studentessa universitaria che lavorava part time come cameriera in una birreria: a causa del Covid ho perso il lavoro (non mi hanno proprio rinnovato il contratto che scadeva i primi del mese in coincidenza con il lockdown). Vorrei fare richiesta per ricevere i 600€ (ho già accesso al sito dell’INPS) Il punto è: questi soldi mi spettano? Come faccio per richiederli? A quale categoria di indennità appartengo?
Ci sono altri bonus per studenti universitari? Sono proprio in crisi, grazie mille

Il punto è: per tentare di dare una risposta bisognerebbe sapere quando le è scaduto il contratto e che tipo di contratto aveva sottoscritto.

27 Maggio 2020 · Simone di Saintjust

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Indennità COVID-19 o cassa integrazione guadagni in deroga COVID-19 per lavoratrice a cottimo
Sono una lavorante a cottimo a domicilio e con le attuali restrizioni non sto lavorando (l'azienda non mi consegna i semilavorati in quanto è chiusa): ho letto del decreto "cura Italia", ma non è chiaro se rientro nelle categorie menzionate. Inoltre potrei beneficiare dell'eventuale cig in deroga dell'azienda che mi fornisce lavoro? In sostanza ho qualche aiuto per andare avanti senza lavoro? ...

Indennità Covid-19 per lavoratori intermittenti
Vorrei chiedervi se ho diritto all'indennità Covid, da parte dell'Inps in quanto avevo un contratto di lavoro intermittente. Vi illustro la situazione: Il mio contratto intermittente è iniziato il 1 ottobre 2019 ed è finito il 5 aprile 2020, poiché il locale nel quale lavoravo ha chiuso. Sto percependo la Naspi, però ho letto per caso nel sito Inps, che per i mesi di marzo, aprile e maggio hanno diritto ad una indennità di 600 euro al mese i lavoratori autonomi, turismo, spettacolo, agricoli e intermittenti. Inoltre dice proprio che tale indennità è compatibile con la Naspi, ma non fa ...

Trasformazione del rapporto di lavoro da part-time a full-time
Per quanto riguarda l'ipotesi di conversione del rapporto a tempo pieno da tempo parziale, la legge prevede un diritto di priorità nelle assunzioni a tempo pieno per i lavoratori che abbiano trasformato il rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale, purché si tratti di assunzioni relative a mansioni quanto meno equivalenti. La legge precisa, peraltro, che l'eventuale violazione del diritto di prelazione spettante al lavoratore determina solo un risarcimento del danno, commisurato nella differenza tra la retribuzione percepita e quella che sarebbe spettata in caso di trasformazione a tempo pieno, per un periodo di sei mesi. Dunque, bisogna ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Studentessa universitaria che lavorava part time come cameriera in una birreria – Le spetta qualche indennità Covid 19 se il datore di lavoro non ha rinnovato il contratto in scadenza?