Riapertura dei termini per chi ha aderito alla rottamazione bis ma non ha versato le prime tre rate in scadenza

Ho aderito alla cosiddetta rottamazione bis, ma non sono riuscito a saldare le prime tre rate scadute a luglio, settembre e ottobre 2018. Ho perso il beneficio o posso recuperare in qualche modo?

Per chi ha chiesto ed ottenuto la cosiddetta rottamazione bis (Decreto legge 148/2017), ma non è riuscito a pagare le rate in scadenza a luglio settembre e ottobre 2018, potrà rimettersi in carreggiata pagando l’importo delle rate scadute entro il 7 Dicembre 2018.

C’è poi un’altra ottima notizia: l’articolo 3 del Decreto Legge 119/2018 (rottamazione ter) stabilisce, infatti, che i contribuenti che pagano gli importi scaduti (luglio, settembre e ottobre) entro il prossimo 7 dicembre rientreranno automaticamente nei benefici previsti dalla “Definizione agevolata dei carichi affidati all’Agente della riscossione” dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2017 (cosiddetta “rottamazione-ter”).

In altre parole, i debitori che regolarizzeranno la propria posizione entro il 7 dicembre 2018, verranno differite anche le restanti somme dovute, divise in dieci rate consecutive di pari importo, con scadenza 31 luglio e 30 novembre di ciascun anno a decorrere dal 2019, con applicazione dal 1/8/2019 di interessi al tasso dello 0,3% annuo.

A questi debitori, senza alcun ulteriore adempimento, Agenzia delle entrate-Riscossione invierà entro il 30 giugno 2019 una nuova comunicazione con il differimento dell’importo residuo da pagare relativo alla Definizione agevolata 2000/17 (cosiddetta rottamazione-bis) ripartito in 10 rate di pari importo (5 anni) con scadenza il 31 luglio e il 30 novembre di ciascun anno, a partire dal 2019. Gli interessi a decorrere dal 1° agosto 2019 saranno calcolati nella misura dello 0,3%.

7 Novembre 2018 · Paolo Rastelli

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Rottamazione ter: rata non pagata entro il 31 Luglio 2019? - Ufficiale la riapertura termini per non decadere dalla rottamazione
A causa di motivi di natura economica, non ho potuto saldare la rata della rottamazione ter entro il 31 Luglio 2019, decadendo così dal beneficio della definizione agevolata. Ho sentito dire che potrebbe esserci una riapertura dei termini per noi ritardatari. E' vero? ...

Rottamazione ter delle cartelle esattoriali - Riapertura dei termini per i ritardatari?
A causa di problemi economici abbastanza importanti, non ho potuto saldare in tempo gli importi della rottamazione ter delle cartelle esattoriali entro il 31 Luglio 2019 e sono decaduto dalla definizione agevolata. Ho qualche chance di regolarizzare la mia posizione? ...

Riapertura dei termini per la rottamazione ter e nuova chance per coloro che pur aderendo alla rottamazione bis sono sono stati in grado di adempiere puntualmente ai pagamenti rateali previsti
Il Decreto Legge 34/2019 (decreto Crescita), ha riaperto i termini per aderire alla Definizione agevolata 2018, la cosiddetta rottamazione-ter, per i carichi esattoriali (cartelle esattoriali, avvisi di addebito INPS e avvisi di accertamento esecutivi) affidati all'Agente della riscossione dal primo gennaio 2000 al 31 dicembre 2017. Fino al giorno 31 luglio 2019, si potrà aderire scegliendo di pagare in unica soluzione (entro il 30 novembre 2019) oppure nel numero massimo di 17 rate consecutive la prima delle quali, di importo pari al 20% delle somme complessivamente dovute ai fini della definizione, scadente il 30 novembre 2019 e le restanti, ciascuna ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Riapertura dei termini per chi ha aderito alla rottamazione bis ma non ha versato le prime tre rate in scadenza