Revocatoria esattoriale di un atto di donazione – Cosa accade se viene accolta dal giudice adito?

Se Equitalia dovesse vincere revocatoria contro un debitore che ha donato casa al coniuge riservandosi il diritto di abitazione, potrà metterla all’asta anche se è l’unica e la prima casa sia per il donante che per il donatario?

L’accoglimento della revocazione dell’atto di disposizione (alienazione, donazione) del debitore, non comporta la restituzione del bene al debitore, ma consente al creditore di agire sul bene come se fosse ancora di proprietà del debitore: in pratica l’atto di donazione esplica la sua validità nei confronti di terzi, ma è inefficace nei confronti del creditore procedente che potrà esercitare sul bene tutte le azioni cautelari (iscrizione di ipoteca) ed esecutive (pignoramento ed espropriazione) che avrebbe potuto avviare se non fosse stato perfezionato l’atto dispositivo.

Messe così le cose, è chiaro che, se il bene donato era l’unico di proprietà del debitore donante e se nell’immobile il debitore donante mantiene la propria residenza, Agenzia delle Entrate Riscossione (ADER) potrà solo iscrivere ipoteca qualora il credito iscritto a ruolo a carico del debitore donante risultasse superiore ai 20 mila euro.

9 Agosto 2018 · Paolo Rastelli

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Azione revocatoria di atto di donazione - Possibile ritenere la donazione come trasferimento a titolo oneroso se il donante riceve successivamente prestiti dal donatario?
Ho ricevuto un'abitazione in donazione dal coniuge (debitore) tre anni prima della citazione per revocatoria, dopo circa tre mesi dalla donazione ho corrisposto al coniuge numerosi prestiti (mai restituiti) mediante bonifici con causale prestito, si potrebbe considerare la suddetta donazione come atto a titolo oneroso visto tutti i prestiti che ho erogato al coniuge dopo la donazione. L'importo dei prestiti supera peraltro il valore dell'immobile donato. ...

Azione revocatoria di un atto in base al quale mi era stato concesso il diritto di abitazione in un immobile
In quanto debitore, sono stato citato in revocatoria per un immobile da me donato al coniuge e sul quale ho trattenuto per me il diritto di abitazione. Vorrei gentilmente sapere se il creditore dovesse vincere la revocatoria e l'immobile tornando nella sfera del debitore gli si potrebbe opporre il diritto di abitazione impignorabile e impedire quindi il pignoramento? ...

Quando una donazione può essere considerata obbligazione naturale e come tale non soggetta a revocatoria ordinaria?
Coniugi in separazione di beni vendono una casa cointestata e si trasferiscono in una abitazione di proprietà del solo marito ricevuta in eredità, la moglie rimane quindi priva di proprietà e il marito per dovere morale dona la casa alla moglie e riserva per se il diritto di abitazione. Questa donazione può essere considerata obbligazione naturale e quindi non soggetta ad azione di revocatoria ordinaria? (si precisa che la moglie ha poi corrisposto al marito quasi l'intera somma della vendita della casa cointestata attraverso vari bonifici). ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Revocatoria esattoriale di un atto di donazione – Cosa accade se viene accolta dal giudice adito?