Altri creditori del debitore principale potrebbero revocare le somme da questi restituite al fideiussore escusso?

Sono stata escussa dalla banca in quanto fideiussore ed a seguito di accordo saldo a stralcio sto pagando con soldi miei e parte del debitore che mi ha rimborsato un prestito con bonifico con causale rimborso prestito. Se decidessi di avvalermi della surrogazione legale altri creditori del debitore potrebbero revocare le somme che mi sono state restituite e che io ho versato alla banca per pagare parte del saldo a stralcio? Preciso che il debitore non ha in corso procedimenti fallimentari.

Non ricorre il principio della par condicio creditorum se il debitore decide di pagare crediti già scaduti (articolo 2901 codice civile, comma 3). E, comunque, nella revocatoria ordinaria (non fallimentare) risulterebbe assai problematico condurre un’azione revocatoria di un bonifico effettuato dal debitore a favore di terzi, anche se non finalizzato a rimborsare obbligazioni già scadute.

27 Marzo 2018 · Ornella De Bellis

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Debito esattoriale, fideiussore escusso, surrogazione del creditore, pagamento di un debito scaduto, rinuncia alla prescrizione ed azione revocatoria ordinaria
Dal 2000 circa, a causa di problemi con la mia società in accomandita semplice, in liquidazione dal 2010, le cartelle esattoriali hanno ormai superato complessivamente l'importo di 100 mila euro: sono nullatenente quindi finora, diciamo, tutto bene. A gennaio è mancato mio padre, e qualora accettassi, erediterei 1/4 di un appartamento di villeggiatura. Valore stimato della mia quota: circa 30 mila euro. Nota: ai tempi, mio padre fece da garante in mio favore per una fideiussione di circa 50 mila euro, e fu prontamente escusso dalla banca a seguito dei detti problemi, per pagare fornitori. Le cartelle, relative a IVA ...

Un soggetto debitore trasferisce una rilevante somma sul conto corrente del figlio - C'è il rischio che un creditore del disponente possa revocare il trasferimento?
Vorrei porvi un quesito relativo alla cosiddetta azione revocatoria: Mio padre è entrato in possesso di qualche migliaia di euro attraverso un prestito con la cessione del quinto dello stipendio. Questo finanziamento è stato contratto con l'obiettivo di aiutarmi a pagare le spese universitarie, e, pertanto, una volta ricevuto l'ammontare in conto corrente, mio padre ha trasferito la cifra verso il mio c/c citando come cauzione “pagamento spese universitarie”. Il punto è che mio padre, negli scorsi anni, ha accumulato delle pendenze con diversi soggetti; tuttavia, essendo nullatenente, nessuno ha (per ora) ritenuto conveniente procedere con delle azioni giudiziarie. Tuttavia, ...

Esecuzione solo nei confronti del fideiussore e non verso il debitore principale
A seguito della mia uscita dalle quote sociali di una srl avevo prestato quando ero socio fideiussione per un mutuo chirografario con garanzia diretta medio credito centrale: ora la banca si fa revocare la garanzia non presentando in tempo la documentazione perchè non stavano più pagando il mutuo, ricevo decreto ingiuntivo io in qualità di garante e la società, io faccio opposizione contestando che non ho mai ricevuto nessuna notizia se non decreto ingiuntivo che mi stesse informando sul mancato pagamento delle rate, facciamo prima udienza e il giudice concede provvisoria esecuzione mandandoci in mediazione. La banca si siede tramite ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Altri creditori del debitore principale potrebbero revocare le somme da questi restituite al fideiussore escusso?