Revoca unilaterale del contratto di conto corrente e risoluzione del contratto di mutuo del debitore adempiente

A seguito di un pignoramento da parte di un creditore per un debito di cui ero garante, la banca che mi ha concesso il mutuo ipotecario ha praticamente senza neanche avvisare chiuso il conto e tolto tutti i servizi come la carta bancomat ed ora anche l’addebito del mutuo che ho paura a questo punto verrà revocato, il mutuo l’ho sempre pagato regolare e sul conto mi arriva lo stipendio e la normale attività della famiglia, cioè possono farlo?

L’articolo 1855 del codice civile specifica che in tema di conto corrente bancario, se il contratto è stipulato a tempo indeterminato ne è ammesso liberamente il recesso in ogni tempo, salvo il rispetto di un preavviso stabilito convenzionalmente o dagli usi o, comunque, non inferiore a 15 giorni, pena il risarcimento del danno. Tuttavia, le parti possono derogare dalla disciplina normativa, convenendo espressamente la libera recedibilità dal contratto, anche con il preavviso di un solo giorno: pertanto andrebbe attentamente esaminato il contratto di conto corrente e verificato se i contraenti non abbiano sottoscritto una clausola di deroga.

Per quanto riguarda il mutuo ipotecario, invece, bisogna richiamare il disposto dell’articolo 40, comma 2, del Testo Unico Bancario (TUB), secondo il quale la banca può invocare come causa di risoluzione del contratto il ritardato pagamento quando lo stesso si sia verificato almeno sette volte, anche non consecutive. A tal fine costituisce ritardato pagamento quello effettuato tra il trentesimo e il centottantesimo giorno dalla scadenza della rata.

Ne discende che la ipotizzata risoluzione del contratto di mutuo verrebbe esercitata in difetto dei presupposti di legge e sarebbe inefficace.

4 Agosto 2019 · Ludmilla Karadzic

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Minaccia di risoluzione del mutuo concesso da una banca perchè risulto inadempiente rispetto ad un affidamento in conto corrente
Premesso che presso un istituto di credito ho aperte due posizioni, un fido di conto corrente che ho sempre pagato fino a quanto mi sono accorto delle incongruenze relative agli interessi applicati, per tale ragione ho provveduto a fare una superficiale perizia nella quale si riscontrava effettivamente l'applicazione di tassi usurari. Avvisata la banca tramite il mio legale, non sono rientrato con la somma. La seconda posizione aperta presso la banca è il mutuo di cui ho sempre pagato puntualmente le rate da 11 anni a questa parte, non creando mai nessun problema. Ieri ho ricevuto la telefonata di un ...

Pignoramento Equitalia e conto corrente cointestato
A seguito di alcuni debiti con Equitalia rischio il pignoramento del conto: ho letto alcuni vostri articoli dove si evince che la procedura per il pignoramento di un conto cointestato da parte di Equitalia non è cosi automatizzata e veloce come per conto normale ma è più lenta. Ho letto ma non ho capito che il conto viene congelato dall'atto di pignoramento all'udienza. La mia domanda è: in questo caso quando arriva l'avviso di pignoramento da parte di Equitalia il conto si congela dopo qualche tempo come succede per conto normale oppure con il cointestato si riesce ad avere un ...

Pignoramento del conto corrente cointestato sul quale c'è addebito diretto delle rate del mutuo
Il conto è cointestato col marito, conto a zero, su questo conto si pagano solo le rate del mutuo: qualora dovessero pignorare il conto di uno solo dei cointestati, si può comunque versare la somma delle rate del mutuo il giorno della scadenza? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Revoca unilaterale del contratto di conto corrente e risoluzione del contratto di mutuo del debitore adempiente