Revoca della rinuncia all’eredità

Argomenti correlati:

Mia madre rinuncia all’eredità di mia nonna e per rappresentazione accetto io che sono il figlio, mentre mio fratello aspetta ad accettare perché ha dei debiti. Mia madre, se io accetto e mio fratello no, può dopo decidere di revocare la rinuncia?

Fino a che il diritto di accettare l’eredità non è prescritto, per decorso del termine decennale, chi vi ha rinunciato può sempre accettarla, se l’eredità non è già stata acquistata da altro dei chiamati.

E’ quanto dispone l’articolo 525 del Codice civile

Chiunque vi ha interesse può chiedere che l’autorità giudiziaria fissi un termine entro il quale il chiamato dichiari se accetta o rinunzia all’eredità. Trascorso questo termine senza che abbia fatto la dichiarazione, il chiamato perde il diritto di accettare.

E’ quanto dispone l’articolo 481 del Codice civile

31 Marzo 2019 · Annapaola Ferri

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Accettazione surrogata dell'eredità da parte del creditore a fronte della rinuncia del debitore - Come il creditore può costringere il proprio debitore ad accettare o rinunciare all'eredità a cui è chiamato
Ho contratto dei debiti con dei privati e da poco è venuta a mancare mia madre che ha lasciato l'appartamento di famiglia a me e i mie fratelli, se rinunciassi all'eredità il creditore potrebbe impugnare tale rinuncia, se accettassi l'eredità sarei aggredibile direttamente. Sono dunque rimasto inerte dopo aver fatto la sola dichiarazione di successione all'Agenzia delle Entrate nei termini e per non incorrere in sanzioni. Potrebbe il mio creditore accettare l'eredità in mia vece, ai sensi dell'art. 2900 del codice civile ,in quanto i presupposti per la surroga previsti dal codice civile sono l'inerzia del debitore nell'esercitare diritti di ...

Rinuncia eredità e debito per morosità dei canoni di locazione di un alloggio comunale - Ma ci dicono che mia sorella, anche con la rinuncia, resterà obbligata
Mia madre è deceduta lasciando un debito nei confronti dell'amministrazione comunale per canone di locazione e spese condominiali dell'abitazione comunale in cui risiedeva con mia sorella. Io e mia sorella effettueremo la rinuncia a debiti e crediti (non ci sono altri fratelli/sorelle). In comune ci hanno detto che nonostante la rinuncia, il debito lasciato da mia madre ricadrà comunque su mia sorella, che naturalmente ne era all'oscuro. C'è modo di evitare di dover pagare questo debito non suo? ...

Impugnazione della rinuncia all'eredità - E' necessario che il patrimonio personale del debitore rinunciante non sia sufficiente a soddisfare i propri creditori
Un signore che ha un patrimonio consistente in terreni e fabbricati per un valore di euro 500 mila, rinuncia all'eredità della madre perchè indebitato con Agenzia delle Entrate Riscossione (ADER) per debiti di euro 250 mila di cui la stessa ha anche iscritto ipoteca. Può ADER, nonostante lui sia capiente, impugnare la rinuncia all'eredità? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Revoca della rinuncia all’eredità