Residenza sull'ingiunzione errata

Ho ricevuto un'ingiunzione di pagamento e temo che stia per arrivare l'ufficiale giudiziario per il pignoramento. Però l'indirizzo della mia residenza riportato sull'ingiunzione è errato in quanto l'ho cambiato da più di un anno. Cosa accade se l'ufficiale giudiziario si reca presso la mia vecchia residenza (dei miei genitori)?
Cosa dovrei fare?

Succede che l'ufficiale giudiziario pignora quello che può pignorare presso la residenza dei suoi genitori, presumendola residenza del debitore.

Quello che può fare è chiedere il rilascio all'anagrafe di un suo certificato di residenza storico e di un certificato storico di stato di famiglia per i suoi genitori.

Li consegnerà a suo padre e sua madre, i quali, nel caso in cui si presentasse l'ufficiale giudiziario, chiederanno innanzitutto l'esibizione del titolo (il precetto), ed una volta verificate le generalità del debitore esecutato eccepiranno che egli non è più residente presso di loro da tempo, mostrando i certificati anagrafici, e non gli consentiranno l'accesso.

21 marzo 2015 · Annapaola Ferri

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

pignoramento presso residenza debitore e presunzione legale di proprietà – problematiche e possibili precauzioni

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Nulla la notifica effettuata dall'Ufficiale giudiziario che non rileva che il cognome sul citofono era quello del defunto marito della ricorrente
L'articolo 143 del codice di procedura civile dispone che, se non sono conosciuti la residenza, la dimora e il domicilio del destinatario, l'ufficiale giudiziario esegue la notifica mediante deposito di copia dell'atto nella casa comunale dell'ultima residenza o, se questa è ignota, in quella del luogo di nascita del destinatario. ...
La ricerca telematica dei beni del debitore da sottoporre a pignoramento ed espropriazione
Su istanza del creditore procedente, il presidente del tribunale del luogo in cui il debitore ha la residenza, il domicilio, la dimora o la sede, verificato il diritto della parte istante a procedere ad esecuzione forzata, autorizza la ricerca con modalità telematiche dei beni da pignorare. Il presidente del tribunale ...
Valenza giuridica di un contratto di comodato dei beni presenti presso la residenza del debitore in caso di pignoramento
In occasione di un pignoramento presso la propria residenza, il debitore esibisce all'ufficiale giudiziario un contratto di comodato, registrato in data anteriore al pignoramento, dal quale risulta che tutti i beni mobili, ivi presenti, appartengono ad un terzo. L'ufficiale giudiziario, alla luce della sentenza della Corte di Cassazione numero 23625 ...
Pignoramento presso la residenza del debitore – se il valore dei beni pignorati non copre il debito
Se i mobili non coprono l'intero debito il pignoramento mobiliare non va a buon fine? Il creditore, tramite decreto ingiuntivo e precetto, può chiedere all'ufficiale giudiziario di eseguire un pignoramento presso la residenza del debitore. Non rileva che il valore dei mobili non copra l'intero debito. Il ricavato del pignoramento ...
Pignoramento presso la residenza del debitore – precauzioni
Per l'Ufficiale Giudiziario, tutto quanto presente nell'appartamento in cui risiede il debitore è pignorabile, a meno che l'effettivo proprietario non riesca a produrre fattura nominativa dell'acquisto del singolo bene. Per risolvere il problema esistono diverse soluzioni. Una soluzione potrebbe consistere nella sottoscrizione di un contratto di locazione dell'appartamento ammobiliato (con ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca