Residenza per una persona indebitata

Un mio amico indebitato con Equitalia ha residenza in una casa dove lui non vive e vive un'altra famiglia: vorrebbe andare a vivere dalla fidanzata che però ha casa di proprietà e lei non può dargli la residenza. Però lui deve togliere la residenza da dove ce l'ha. Come si può risolvere questo problema? Ho letto che i comuni per legge devono darti una residenza fittizia.

La legge 94/2009 ha completamente stravolto le cose: la questione si è fatta enormemente complessa e non credo sia il caso, per il suo amico, percorrere la soluzione di iscrizione anagrafica come soggetto senza fissa dimora.

4 maggio 2012 · Giorgio Martini

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Agevolazioni prima casa » L'inquilino che non se ne va non giustifica la mancata residenza
In merito alle agevolazioni prima casa, in caso di mancato rilascio del conduttore dell'immobile, i benefici per il nuovo padrone di casa decadono se non ha effettuato il cambio di residenza. Si può accedere alle agevolazioni prima casa solo con il cambio di residenza anche se l'immobile non viene rilasciato ...
Agevolazione prima casa » Il mancato trasferimento di residenza per cause di forza maggiore non fa perdere il diritto al bonus
Agevolazione prima casa: il mancato trasferimento di residenza per forza maggiore non fa perdere il diritto al bonus previsto a norma di legge. Il contribuente conserva i benefici fiscali sulla prima casa quando la residenza non viene trasferita entro i termini di legge in quanto dopo il rogito si sono ...
Pignoramento presso la residenza del debitore – precauzioni
Per l'Ufficiale Giudiziario, tutto quanto presente nell'appartamento in cui risiede il debitore è pignorabile, a meno che l'effettivo proprietario non riesca a produrre fattura nominativa dell'acquisto del singolo bene. Per risolvere il problema esistono diverse soluzioni. Una soluzione potrebbe consistere nella sottoscrizione di un contratto di locazione dell'appartamento ammobiliato (con ...
Agevolazioni fiscali prima casa - In regime di comunione dei beni, per fruire del beneficio, è sufficiente che uno solo dei due coniugi trasferisca la residenza nel Comune in cui è ubicato l'immobile acquistato
In tema di agevolazioni fiscali per l'acquisto della prima casa, l'acquirente si obbliga a trasferire la propria residenza entro diciotto mesi dal rogito notarile nel Comune in cui l'immobile è ubicato. Tuttavia, come hanno ribadito i giudici della Corte di cassazione (sentenza 1494/16) il requisito della residenza, nel caso di ...
Notifica degli atti - Legittima se perfezionata al domicilio abituale del destinatario e non alla sua residenza anagrafica
Ai fini della determinazione del luogo di residenza o dimora della persona destinataria della notifica, rileva esclusivamente il luogo ove essa dimora di fatto in modo abituale, rivestendo le risultanze anagrafiche mero valore presuntivo circa il luogo di residenza e potendo essere superate, in quanto tali, da una prova contraria, ...

Briciole di pane

Altre info



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca