Residenza e domicilio ai fini del reddito di cittadinanza

Vorrei sapere ai fini del reddito di cittadinanza come posso gestire il mio stato attuale in quanto sono residente con mia madre che percepisce l’ assegno sciale minimo ma io ho il Domicilio dove attualmente vivo dato che ho cambiato 10 stanze come studentessa in passato e lavoratrice precaria senza una busta paga valida.

Come funziona in questo caso? Lo stato di famiglia è composto da mia madre 69 anni e me 35 entrambe rientriamo nei requisiti ma nei fatti io ho il domicilio da un altra parte quindi non conviviamo.

Come funziona in questo caso? Devo spostare obbligatoriamente la residenza quando ho sempre usufruito del cambio domicilio?

Avendo il domicilio altrove mia madre non può fare la domanda di pensione di cittadinanza indipendentemente da me che lavoro stagionalmente e nei fatti non convivo con lei?

La questione è abbastanza semplice come, peraltro, le è stato già accennato in occasione di altro intervento.

Il reddito e la pensione di cittadinanza vengono attribuiti al nucleo familiare ai fini ISEE: in particolare, la pensione di cittadinanza è quella attribuita al nucleo familiare ISEE quando tutti i componenti del nucleo familiare abbiano almeno 67 anni.

Per individuare il nucleo familiare ISEE non conta il domicilio: le domiciliazioni bancarie, o quelle per il recapito delle fatture relative alla fornitura di energia (gas e luce) e acqua rilevano esclusivamente ai fini degli accordi stipulati fra persona fisica ed un soggetto giuridico, entrambi privati.

Per individuare il nucleo familiare fa testo, esclusivamente, lo stato della famiglia anagrafica (detto anche stato di famiglia). Al momento, dunque, esiste un unico nucleo familiare formato da lei e sua madre, che potrà richiedere accesso al reddito di cittadinanza qualora ne abbia i requisiti.

2 Marzo 2019 · Patrizio Oliva

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Nucleo familiare ISEE ai fini reddito di cittadinanza e prestazioni minorenni quando il padre naturale non convivente deve versare assegno di mantenimento (anche se non adempie)
Vorrei sapere se devo inserire anche i dati del mio ex compagno nell'ISEE: premetto che non conosco la sua situazione attuale, potrei quindi perdere i requisiti per il reddito di cittadinanza. La situazione è questa: ho una figlia di 8 anni che risiede con me in Sardegna dal 2012, il padre risiede in un altra regione e l'ha riconosciuta. Attraverso un decreto del tribunale dei minori prima e tribunale ordinario poi mi è stata affidata la bambina in forma esclusiva, sempre alla bambina è stato riconosciuto un assegno di mantenimento, mai versato, inoltre è stato disposto in caso di visite ...

Reddito di cittadinanza e possibilità di regolarizzare la naturale ed effettiva composizione di nuclei familiari in realtà distinti ma inclusi (per pregresso disinteresse) nella stessa famiglia anagrafica
Ho 38 anni, sono laureata, disoccupata,residente con mia madre (ma non convivo con lei da più di 10 anni) che ha 69 anni e percepisce l'assegno sociale minimo quello di 453 euro con un fitto di locazione di 400 euro al mese. Vorrei sapere ai fini del reddito di cittadinanza e della pensione di cittadinanza come funziona nel nostro caso (in quanto nei fatti viviamo due situazioni economiche distinte). Lei può fare la domanda di pensione di cittadinanza indipendentemente da me anche se risultiamo nello stesso stato di famiglia? Se così non fosse posso cambiare la residenza attualmente e spostarla ...

Nucleo familiare autonomo ai fini ISEE e reddito di cittadinanza
Ho 36 anni, non ho un lavoro né un reddito, vivo con mia madre che percepisce una pensione di reversibilità di circa 2 mila euro: vorrei chiedervi se cambiassi residenza potrei dichiarare nell'isee di formare un nucleo famigliare a sé stante e quindi poter accedere al reddito di cittadinanza? ...

Dove mi trovo?