Se non convivo con mio figlio ho comunque diritto agli assegni familiari?

Fino a due anni fa convivevo poi la storia è finita e ora vivo con i miei genitori e ho in bimbo di 8 anni: sono dipendente mentre il padre libero professionista. Se il figlio rimane con la residenza con il padre, io posso percepire comunque gli assegni familiari? La ringrazio.

Ai fini degli assegni, nel nucleo familiare può essere incluso il figlio non convivente se, e solo se, il soggetto richiedente è coniuge/parte di unione civile che non sia legalmente ed effettivamente separato o sciolto da unione civile.

21 maggio 2018 · Annapaola Ferri

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

assegni per il nucleo familiare e assegni familiari
richiesta assegni familiari

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Separazione » assegni familiari e assegno di mantenimento - La Cassazione fa chiarezza
L'articolo 211 della legge 19 maggio 1975 numero 151 prevede che Il coniuge cui i figli sono affidati ha diritto in ogni caso a percepire gli assegni familiari per i figli, sia che ad essi abbia diritto per un suo rapporto di lavoro, sia che di essi sia titolare l'altro ...
Diritto di abitazione » Alla morte del padre la madre comproprietaria può far cacciare di casa il figlio che non contribuisce alle spese
Diritto di abitazione: morto il padre, la madre comproprietaria può far cacciare di casa la figlia che non contribuisce alle spese. In questi casi scatta, infatti, l'ordine di rilascio dell'immobile: se è intollerabile la convivenza, il diritto del coniuge superstite prevale sul compossesso della figlia che ha già redditi propri. ...
Mantenimento » Stop per il figlio trentenne universitario dotato di patrimonio personale
Stop al mantenimento per il figlio trentenne universitario dotato di patrimonio personale. Infatti, non sussiste l'obbligo paterno di sostentamento nei riguardi del figlio ultratrentenne universitario dotato di patrimonio personale. Inoltre, il trasferimento in una sede diversa dal luogo di residenza familiare del figlio per studiare toglie alla ex il diritto ...
La prescrizione per il diritto al mantenimento del figlio decorre dal riconoscimento o dalla dichiarazione di genitorialetà
Il codice civile dispone che il figlio ha diritto di essere mantenuto, educato, istruito e assistito moralmente dai genitori, nel rispetto delle sue capacità, delle sue inclinazioni naturali e delle sue aspirazioni. Il figlio ha, altresì, diritto di crescere in famiglia e di mantenere rapporti significativi con i parenti. L'obbligo ...
Mantenimento figlio trentenne » Legittimo se studia e non ha un lavoro
Maschio, 30 anni, laureato, precario, con alcuni rapporti di lavoro alle spalle e a caccia non solo di occupazione ma anche di specializzazione. Sembra l'annuncio pubblicato da un'azienda, e, invece, è la fotografia, sempre più realistica, dei giovani italiani, con potenziali ripercussioni non solo sull'economia nazionale ma anche sugli equilibri ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti