Emergenza sanitaria e sue conseguenze – Indennità di 600 euro per lavoratori autonomi, professionisti, artigiani e commercianti


Titolare laboratorio analisi con partita iva, iscritta albo biologi, laboratorio chiuso dalla data del decreto coronavirus. Ho diritto a percepire l’indennità di 600 euro?

Ai lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali dell’Assicurazione Generale Obbligatoria (AGO), non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie (in pratica, gli artigiani, i commercianti, i coltivatori diretti, i coloni e i mezzadri) è riconosciuta un’indennità per il mese di marzo pari a 600 euro.

Si tratta di quanto previsto dall’articolo 27 del decreto legge 18/2020 (cosiddetto “Cura Italia”), varato dal governo il 16 marzo 2020 ed entrato in vigore il giorno successivo.

Ai liberi professionisti titolari di partita IVA attiva alla data del 23 febbraio 2020 e ai lavoratori titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa attivi alla medesima data, iscritti alla Gestione separata INPS, non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie, è riconosciuta un’indennità per il mese di marzo 2020 pari a 600 euro.

Si tratta di quanto previsto dall’articolo 26 del decreto legge 18/2020 (cosiddetto “Cura Italia”), varato dal governo il 16 marzo 2020.

21 Marzo 2020 · Michelozzo Marra



Condividi e vota il topic


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Emergenza sanitaria e sue conseguenze – Indennità di 600 euro per lavoratori autonomi, professionisti, artigiani e commercianti