Rent to buy e Mutuo

Sto procedendo con la formula di locazione e successivo acquisto immobile rent to buy e tra pochi giorni andrò a perfezionare il contratto di locazione, registrato all'agenzia delle entrate.
Ora, mi sorge un dubbio. Più di uno.
- nel contratto sono specificati i nominativi di 2 persone, io e il mio compagno ma tra noi non ci sono e non ci saranno unioni "ufficiali";
- io attualmente e per i prossimi tre anni ho in essere un prestito personale di 11000€ che è servito per anticipo 8% dell'immobile e altre spese;
- tra 2 anni andremo ad accantonare il 20% del prezzo d'acquisto dell'immobile (8% iniziale e il canone mensile x 24 mesi) quindi il futuro mutuo da richiedere sarà del 80%;
- alla luce del prestito personale, che sarà ancora attivo nel momento della richiesta mutuo, conviene intestare contratto preliminare, mutuo e atto di compravendita solo al soggetto libero da finanziamento oppure, dato che si andrà a richiedere un mutuo di 80000€ (l'immobile costa 100000€) non influirà più di tanto la presenza del finanziamento (per il quale dovrò corrispondere ancora 1 anno)?

A parte le problematiche, tutte interne al rapporto fra i due effettivi futuri comproprietari dell'immobile, che possono derivare dal far comparire nel contratto preliminare, nel contratto di mutuo e nell'atto di compravendita, uno solo dei due, il finanziamento in corso può diventare ostativo alla concessione del prestito finalizzato all'acquisto dell'unità abitativa solo nel caso in cui si verificassero, nel periodo precedente la richiesta del mutuo, ritardi nel pagamento delle rate.

Per contro, un regolare assolvimento degli obblighi connessi al prestito personale, non potrà che favorire la concessione del mutuo, dal momento che nelle Centrali Rischi vengono registrati anche i dati positivi relativi ai “buoni pagatori”, non solo quelli afferenti i “cattivi”.

7 marzo 2015 · Stefano Iambrenghi

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Alternative al mutuo » Scopriamo il buy to rent
Accedere ai finanziamenti per l'acquisto della prima casa è divenuta ormai un'impresa: sempre meno banche concedono il mutuo e gli italiani stanno scoprendo vie alternative per acquistare un immobile. Vediamo quali sono. Si chiama buy to rent ed è il doppio contratto della crisi, che consente, infatti, di acquistare un ...
Contratti di prestito - il prestito senza busta paga
Come tutti ben sappiamo al momento di richiedere un prestito l'istituto di credito a cui ci si rivolge richiede, oltre ai documenti d'identità, anche delle garanzie reddituali ben precise. In particolare, per ottenere un prestito, occorre presentare le ultime buste paga, per i lavoratori dipendenti sia pubblici che privati, il ...
Rent to buy vs buy to rent » Analogie differenze e particolarità
Quando, all'inizio del 2009, è stato introdotto il Rent to Buy in Italia, il termine suddetto risultava alla maggior parte delle persone totalmente nuovo, così come il concetto commerciale allo stesso collegato. Oggi, invece, essendo ormai esplosa la necessità di formule di compravendita alternative a quella tradizionale del mutuo, tutti ...
Irpef - detrarre gli interessi passivi del mutuo
La normativa in materia di detrazioni fiscali per gli interessi passivi ed oneri accessori derivanti da contratti di mutuo ipotecario è piuttosto articolata in quanto nel corso degli anni ha subito diverse modifiche, con la conseguenza che il beneficio spetta secondo limiti e modalità che variano in relazione al tipo ...
Il rent to buy e l'affitto con riscatto » Ecco quali sono le più gettonate alternative al mutuo
In questi tempi di recessione e crisi economica, accedere ai finanziamenti per l'acquisto della prima casa è divenuta ormai un'impresa. Sono sempre meno le banche che concedono il mutuo e gli italiani stanno scoprendo vie alternative per acquistare un immobile. Scopriamo il rent to buy. Negli utlimi anni è stata ...

Briciole di pane

Altre info



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca